Experience the unexpected! Affordable Art Fair Milano compie i suoi primi 10 anni.

Torna a Milano Affordable Art Fair, la fiera d’arte “prêt-à-porter” che in 10 anni ha avuto la capacità di attirare verso l’arte contemporanea un sempre più ampio pubblico di nuovi appassionati. La location di Superstudio ospiterà l’evento dal 7 al 9 febbraio 2020 (inaugurazione giovedì 6 febbraio), invitandoci ad entrare nell’affascinante e sorprendente mondo dell’arte contemporanea con 85 gallerie partecipanti. Opere di artisti emergenti e affermati, dalla pittura alla fotografia, dalla scultura alla grafica, sotto i 7500 euro, ed un ricco programma di eventi.

Experience the unexepected è il claim della campagna che vuole trasmettere l’eccitazione di portare a casa una nuova opera d’arte. Protagonista del visual è un’opera realizzata dall’artista Giulio Zanet: classe 1984, indiscutibile talento con alle spalle una carriera di tutto rispetto. Porta la sua firma anche la prima delle sorprese della nuova edizione della fiera, ovvero un’installazione site specific che permetterà ai visitatori di camminare letteralmente all’interno di un’opera d’arte. Startarch ha curato la progettazione del layout di questa edizione di Affordable Art Fair Milano.

La proposta artistica

What’s new?
Per la decima edizione scendono in campo ben 31 nuove gallerie, una cifra importante sul totale di 82, il più alto numero di new entry di sempre.

Il giro del mondo in 36 gallerie
Sono 36 le gallerie internazionali.

I grandi ritorni
Non mancano alcune delle gallerie che hanno fatto la storia di Affordable Art Fair.

Experience the… contemporary art!
L’illustrazione è protagonista degli incontri “Art For Breakfast” del weekend, mentre il ciclo di talk di questa edizione vuole approfondire le tendenze emergenti del mondo dell’arte contemporanea e il collezionismo di nuova generazione. Come di consueto sono previste delle attività dedicate ai piccoli collezionisti: oltre allo Spazio Bimbi realizzato in collaborazione con LopLop, sede dei laboratori dedicati alla sorpresa e ispirati da alcune opere presenti in fiera, è prevista anche un’apertura anticipata “Stroller Hour” durante il weekend, per permettere alle famiglie con bambini piccoli di visitare la fiera senza stress, dalle 10 alle 11.

INFO

Location
Superstudio Più – Via Tortona 27, Milano – www.affordableartfair.com

Orari di apertura
Inaugurazione Giovedì 6 febbraio 2020 (solo invito o prenotazione online) 18.00 – 22.00
Venerdì 7 febbraio 2020 h 11.00 – 21.00
Sabato 8 febbraio 2020 h 11.00 – 21.00 – Stroller Hour 10.00-11.00
Domenica 9 febbraio 2020 h 11.00 – 20.00 – Stroller Hour 10.00-11.00

Biglietti
Disponibili in fiera e in prevendita online a partire da 12.50€ (prevendita promozionale online fino al 5 Febbraio) fino a 33€ (biglietto con Personal Art Shopping), inclusi diritti di prevendita. Biglietti giornalieri in fiera: 15€.
Bambini e ragazzi fino ai 16 anni: ingresso omaggio.

Ufficio stampa
MN Italia


- Advertisement -


Grazie per aver letto questo articolo!

Se ti è piaciuto condividilo utilizzando i tasti di condivisione social e iscriviti alla nostra Newsletter settimanale per rimanere sempre aggiornato. Potrai cancellarti in qualsiasi momento.

campanella

 Sharing is Caring! 😉

 

About Author

Conosciuto come Gillo, nasce in Brianza nel 1988 ed è co-fondatore di Glamour Affair. Ha molte passioni, ma quella innata per la progettazione e il design lo ha portato a conseguire nel 2014, presso il Politecnico di Milano, la Laurea Magistrale in Architettura delle Costruzioni con il massimo dei voti. Iscritto all'Ordine professionale dal 2016, ha esercitato la professione di architetto e fotografo come libero professionista, lavorando oggi nella comunicazione e nella fotografia con la Società Quadrifolium Group S.r.l. che ha fondato con il fratello Stefano. Il mondo dell’arte e della creazione (non della creatività, quella la lasciamo ai grandi Maestri), lo ha aiutato ad essere un gran osservatore ed a sviluppare un attento occhio critico. Un carattere risoluto lo porta spesso ad odiare le mezze misure, ma ciò non gli impedisce di essere sempre disponibile verso tutti ed ascoltare le persone. Si ritiene tradizionalista (alcuni, per disprezzo, direbbero conservatore), ma senza timore del progresso, e crede che solo l’impegno e la costanza possano portare al raggiungimento dei propri obiettivi. Cerca sempre di dare molto valore al tempo perché, essendo di natura uguale per tutti, è il più grande strumento di democrazia.

Leave A Reply