Artisti e creativi protagonisti sulle pagine Social dello spazio Oto Lab di Lecco.

Cinque fotografi, un artista, una graphic designer e un designer di eventi. Saranno loro i protagonisti di OtoResidency, iniziativa promossa dallo spazio per eventi Oto Lab di Lecco. Come in una “residenza d’artista” digitale, i canali social dello spazio ospiteranno dall’11 maggio fino al 5 luglio 2020 il racconto del percorso di otto talenti lecchesi: Beatrice Mazzucchi (fotografa, dall’11 al 17 maggio), Nicolò Tomaini (artista, dal 18 al 24 maggio), Pietro Sala (fotografo, dal 25 al 31 maggio), Giuseppe Villa (designer di eventi, dall’1 al 7 giugno), Federico Wilhelm (fotografo, dall’8 al 14 giugno) Anna Rimoldi (graphic designer, dal 15 al 21 giugno), Tobia Scandolara (fotografo, dal 22 al 28 giugno) e Marina Gallandra (dal 29 giugno al 5 luglio).

OtoResidency di Oto Lab, Spazio espositivo Lecco

Da due anni Oto Lab si è convertito in spazio eventi dopo un intervento di riqualificazione postindustriale: «… Il 4 maggio 2018 inauguravamo Oto Lab avendo come obiettivo quello di dar vita ad un progetto che valorizzasse un luogo legato alla tradizione forse più importante del nostro territorio, quella della lavorazione del ferro, con una chiave inedita e in linea con le nuove esigenze economiche e sociali – sottolinea l’architetto Giovanni Rusconi, responsabile del progetto Oto Lab -. È nato così uno spazio laboratorio, destinazione suggerita anche dal nome scelto, Oto Lab, che ha avuto da subito come interlocutori principali artisti e creativi della città, i primi a cogliere il grande potenziale di un ex spazio industriale come il nostro…».

Nonostante le difficoltà, è tanta la voglia di ripartire, così è nata l’idea di utilizzare i canali social per una nuova tipologia di progetto. «Tra la fine di marzo e l’inizio di aprile abbiamo cominciato a interrogarci su cosa fare per tenere vivo l’interesse per lo spazio da parte della nutrita community che in questi due anni si è sviluppa, offline e online, attorno alle attività che promuoviamo e ospitiamo – racconta Rosa Valsecchi, responsabile eventi e comunicazione di Oto Lab -. L’idea era quella di provare a guardare al futuro partendo da quanto è già stato fatto e abbiamo quindi deciso di puntaresul connubio che ha sempre fatto emergere il lato migliore di Oto Lab, quello con la ricerca fotografica, artistica e con la creatività in generale».

OtoResidency di Oto Lab, Spazio espositivo Lecco

Si parte lunedì 11 maggio con la prima “residente” di OtoResidency, la fotografa Beatrice Mazzucchi, che proporrà degli scatti tratti dal reportage realizzato fra i detenuti dell’isola di Pianosa, lavoro al centro della fortunata mostra “Mani Libere. L’isola del riscatto: la pena come valore rieducativo” allestita a Oto Lab lo scorso novembre. «Ognuno di loro sarà “residente” sul nostro profilo Instagram e sulla nostra pagina Facebook per una settimana, proponendo un concentrato in tre post del proprio lavoro. Attraverso le stories – conclude Rosa Valsecchi- sarà possibile fare approfondimenti, soddisfare qualche curiosità, porre domande e interagire, con l’augurio di coinvolgere e interessare un numero sempre più ampio di persone.

www.otolab.euinfo@otolab.eu

 


- Advertisement -


Grazie per aver letto questo articolo!

Se ti è piaciuto condividilo utilizzando i tasti di condivisione social e iscriviti alla nostra Newsletter settimanale per rimanere sempre aggiornato. Potrai cancellarti in qualsiasi momento.

campanella

 Sharing is Caring! 😉




 

About Author

Glamour Affair è una “finestra” che fornisce più punti di vista sul mondo e, nello specifico, su tutto quello che è di tendenza e assume una connotazione Glam. La moda, il design, le tendenze, gli ultimi prodotti beauty, il benessere, l’arte culinaria, le mete turistiche più ambite, aggiornamenti dallo Showbiz, ecc., sono argomenti che interessano sempre più persone: questa “vetrina metropolitana” ha proprio lo scopo di aggiornarvi su quanto c’è di nuovo e su tutto quello che reputiamo interessante e che possa creare un dibattito costruttivo e di valore. Glamour Affair nasce dalla voglia di un gruppo di persone, con diversi percorsi scolastici e con diverse passioni, ma che hanno in comune un motto: “Le cose belle non sono mai abbastanza e bisogna condividerle”. Argomenti e temi appartenenti a sfere culturali e sociali diverse, apparentemente antitetiche, si fondono in un unico luogo virtuale in cui, tra un estremo e l’altro, si riproducono le sfumature che caratterizzano la società in cui viviamo, per arrivare a più persone e in più luoghi possibili attraverso il web. Articoli, eventi, contest, promo e immagini sono il contenuto con il quale Glamour Affair veicola, attraverso il pensiero dei propri Contributor, la visione del mondo che si vuole indagare e che, più generalmente, volga ad una visione positiva di quello che ci circonda: un insieme di opportunità contemporanee e future. Senza mai avere paura di rinnovarsi, costantemente guardando al passato. Perché, su Glamour Affair, “Ogni giorno è un nuovo inizio”!

Leave A Reply