La fotografa Michela Taeggi presenta a Milano il suo ultimo libro edito da Around Gallery.

Giovedì 8 giugno, presso lo Spazio 36 di Viale Umbria in Milano, è andato in scena un racconto: quello di “The Novel of Nature“. Una storia fatta di immagini e suoni, un percorso in cui l’uomo entra nell’intimo con la natura e vi riaffiora riscoprendo il legame più stretto con essa. Un percorso in cui la fotografa Michela Taeggi vuole offrirci una visione essenziale e generosa della natura nella sua bellezza più primitiva, permettendo all’uomo che si inoltra in questo spazio di esplorare il proprio animo profondo. Tra luci ed ombre, silenzi e rumori, binomi che si alternano a scandire il tempo eterno dell’uomo nella natura stessa. Le fotografie ci mostrano soggetti immersi in atmosfere ad ambientazioni tanto vere quanto surreali nella loro semplicità. Immagini ed emozioni impresse nella pubblicazione edita da Around Gallery di Milano ed interamente realizzato con carta riciclata.

The Novel of Nature Michela Taeggi

The Novel of Nature – PH Credists: Michela Taeggi

Così Michela Taeggi descrive il percorso che ha potato alla nascita del progetto fotografico e del suo libro: “Si tratta di un romanzo visivo basato sul legame primitivo tra uomo e natura, considerata come fonte di creatività e bellezza, che si sviluppa su stagioni psicologiche oltre che temporali. Nasce da una ricerca personale volta a relazionare i sentimenti dell’uomo in costante evoluzione con i cambiamenti della Terra. In queste immagini c’è una presa di coscienza, un ritrovamento di se stessi, tutto permeato dalla malinconia di sentimenti svaniti e contemporaneamente, dalla frenesia di intraprendere un nuovo cammino.” Il progetto “The Novel of Nature” ha visto inoltre la collaborazione del critico Giovanni Pelloso, autore del testo di prefazione, e dell’illustratrice Vorticerosa (Rosa Puglisi) che ha realizzato una tavola dedicata alle sensazioni che il libro le ha suscitato.

The Novel of Nature Michela Taeggi

The Novel of Nature – PH Credists: Michela Taeggi

Michela Taeggi è una fotografa che ha intrapreso un percorso professionale autonomo e particolare, avvicinandosi al fotogiornalismo dopo una carriera avviata nel settore della pubblicità. Appassionata ai temi sociali e di attualità, esplora il linguaggio del reportage e dei ritratti nell’ambito di progetti personali e commissionati. La presentazione del suo progetto “The Novel of Nature” è avvenuta all’interno di una scenografia naturalistica che ha fatto da cornice all’esposizione di alcune opere fotografiche fine-art in edizione limitata stampate da Roberto Bernè, che vi proponiamo in questo VIDEO. Rappresenta inoltre il quarto libro fotografico curato e pubblicato da Around Gallery, una realtà dedicata alla fotografia d’autore che, attraverso la collaborazione con professionisti dell’immagine visiva, è attiva nella creazione e promozione di progetti fotografici declinati in eventi espositivi e progetti editoriali.

The Novel of Nature Michela Taeggi

Invito all’Evento di presentazione del Libro.



Grazie per aver letto questo articolo!

Se ti è piaciuto condividilo utilizzando i tasti di condivisione social e iscriviti alla nostra Newsletter settimanale per rimanere sempre aggiornato. Potrai cancellarti in qualsiasi momento.

campanella

 Sharing is Caring! 😉

 

About Author

Conosciuto come Gillo, nasce in Brianza nel 1988 ed è co-fondatore di Glamour Affair. Ha molte passioni, ma quella innata per la progettazione e il design lo ha portato a conseguire nel 2014, presso il Politecnico di Milano, la Laurea Magistrale in Architettura delle Costruzioni con il massimo dei voti. Iscritto all'Ordine professionale dal 2016, ha esercitato la professione di architetto e fotografo come libero professionista, lavorando oggi nella comunicazione e nella fotografia con la Società Quadrifolium Group S.r.l. che ha fondato con il fratello Stefano. Il mondo dell’arte e della creazione (non della creatività, quella la lasciamo ai grandi Maestri), lo ha aiutato ad essere un gran osservatore ed a sviluppare un attento occhio critico. Un carattere risoluto lo porta spesso ad odiare le mezze misure, ma ciò non gli impedisce di essere sempre disponibile verso tutti ed ascoltare le persone. Si ritiene tradizionalista (alcuni, per disprezzo, direbbero conservatore), ma senza timore del progresso, e crede che solo l’impegno e la costanza possano portare al raggiungimento dei propri obiettivi. Cerca sempre di dare molto valore al tempo perché, essendo di natura uguale per tutti, è il più grande strumento di democrazia.

Leave A Reply