Le mostre fotografiche da non perdere in Italia nel 2017.

Il 2017 è appena iniziato e sarà sicuramente un anno all’insegna di mostre dedicate a tutti gli appassionati di fotografia, una delle espressioni artistiche più significative dell’epoca moderna. Il successo delle mostre dedicate ai suoi grandi temi e protagonisti è garantito. Si inaugura una nuova stagione di mostre dedicate ai maestri per eccellenza, da Steve Mc Curry a Napoli e Palermo a Henri Cartier-Bresson a Genova e Monza. Ma anche fotografi italiani come Letizia Battaglia e Paolo Monti. Scopriamo insieme, da nord a sud, le mostre fotografiche già iniziate o previste e programmate per quest’anno in Italia, alcune delle quali documenteremo nei prossimi mesi con recensioni ed immagini.

Milano – Castello Sforzesco
Paolo Monti. Fotografie 1935-1982
16 dicembre 2016 – 12 marzo 2017

Milano – Palazzo Reale
Toulouse-Lautrec. Un nuovo realismo, tra giapponismo e fotografia
Data da definirsi nel 2017

Milano – Palazzo Morando
Milano, storia di una rinascita. 1943-1953. Dai bombardamenti alla ricostruzione
16 novembre 2016 – 12 febbraio 2017

Milano – Osservatorio della Fondazione Prada, Galleria Vittorio Emanuele II
Give Me Yesterday
21 dicembre 2016 – 12 marzo 2017

Milano – Spazio FMG
Controcampo – Gli architetti italiani ci mettono la faccia
22 dicembre 2016 – 17 febbraio 2017

Milano – Fondazione Forma Meravigli
Robert Frank, Gli Americani
3 gennaio – 19 febbraio 2017

Monza – Villa Reale di Monza
Henri Cartier Bresson. Fotografo
20 ottobre 2016 – 26 febbraio 2017

Torino – CAMERA, Centro Italiano per la Fotografia
L’Italia di Magnum. Da Henri Cartier-Bresson a Paolo Pellegrin
dal 4 marzo 2017

Genova – Palazzo Ducale
Henri Cartier-Bresson
11 marzo – 9 aprile 2017

Genova – Palazzo Ducale
Eliott Erwitt – Kolor 
10 febbraio – 16 luglio 2017

Genova – Palazzo Ducale
Vivian Maier. Una fotografia ritrovata
23 giugno – 24 settembre 2017

Venezia – Casa dei Tre Oci
ARTICO. Ultima frontiera
15 gennaio – 2 aprile 2017

Venezia – Isola di San Giorgio Maggiore
Dal ritratto all’icona. Il fascino di un’attrice attraverso la fotografia
27 dicembre – 31 marzo 2017

Bard (Aosta) – Forte di Bard
Wildlife Photographer of the Year
4 febbraio – 4 giugno 2017

Bard (Aosta) – Forte di Bard
Robert Doisneau – Icons
fino al 1 maggio 2017

Modena – Fondazione Fotografia
10 YEARS OLD. Mostra nel decennale di Fondazione Fotografia Modena
11 marzo – 30 aprile 2017

Roma – MAXXI
Letizia Battaglia. Per pura passione
24 novembre 2016 – 17 aprile 2017

Roma – Palazzo delle Esposizioni
Icone di Hollywood. Fotografie della Fondazione John Kobal
01 giugno – 03 settembre 2017

Napoli – PAN (Palazzo delle arti di Napoli)
STEVE MCCURRY. Senza confini
28 ottobre 2016 – 12 febbraio 2017

Nuoro – MAN (Museo d’Arte di Nuoro)
BERENICE ABBOTT – Topografie
17 febbraio – 21 maggio 2017

Palermo – Galleria d’Arte Moderna
Steve McCurry. Icons
15 ottobre 2016 – 19 febbraio 2017


- Advertisement -


Grazie per aver letto questo articolo!

Se ti è piaciuto condividilo utilizzando i tasti di condivisione social e iscriviti alla nostra Newsletter settimanale per rimanere sempre aggiornato. Potrai cancellarti in qualsiasi momento.

campanella

 Sharing is Caring! 😉

 

About Author

Conosciuto come Gillo, nasce in Brianza nel 1988 ed è co-fondatore di Glamour Affair. Ha molte passioni, ma quella innata per la progettazione e il design lo ha portato a conseguire nel 2014, presso il Politecnico di Milano, la Laurea Magistrale in Architettura delle Costruzioni con il massimo dei voti. Iscritto all'Ordine professionale dal 2016, ha esercitato la professione di architetto e fotografo come libero professionista, lavorando oggi nella comunicazione e nella fotografia con la Società Quadrifolium Group S.r.l. che ha fondato con il fratello Stefano. Il mondo dell’arte e della creazione (non della creatività, quella la lasciamo ai grandi Maestri), lo ha aiutato ad essere un gran osservatore ed a sviluppare un attento occhio critico. Un carattere risoluto lo porta spesso ad odiare le mezze misure, ma ciò non gli impedisce di essere sempre disponibile verso tutti ed ascoltare le persone. Si ritiene tradizionalista (alcuni, per disprezzo, direbbero conservatore), ma senza timore del progresso, e crede che solo l’impegno e la costanza possano portare al raggiungimento dei propri obiettivi. Cerca sempre di dare molto valore al tempo perché, essendo di natura uguale per tutti, è il più grande strumento di democrazia.

Leave A Reply