A Bologna il Motor Show è pronto ad infiammare i cuori di appassionati da tutto il mondo.

Da sabato 2 dicembre ha aperto al pubblico la 40° edizione del Motor Show di Bologna. Fino al 10 dicembre l’evento animerà il polo fieristico della città emiliana dopo un periodo difficile dal quale la manifestazione prova a rilanciarsi promettendo più show ed espositori, quest’anno a quota 370, quasi il doppio dello scorso anno. Non mancano i gruppi FCA (con tutti i suoi marchi: Fiat, Abarth, Alfa Romeo, Jeep, Lancia, Maserati, Ferrari), PSA, Hyundai-Kia nonché marche come Toyota, Ford, Volvo, Tesla e le esclusive Lamborghini, Bentley e McLaren.

motor show

Stand Alfa Romeo – PH Credits: motori.quotidiano.net

Ma al Motor Show 2017 ci sono le due cose che il pubblico ha richiesto a gran voce: la Ferrari e le moto. L’una come le altre presenti soprattutto in forma dinamica, con esibizioni di monoposto di F1, pit stop, gare di granturismo e Ferrari Challenge, e la possibilità (per pochi) di provare nientemeno che la FXX, la più estrema delle Ferrari a ruote coperte. Il tutto nella Motul Arena, alias area 48. Le moto diranno la loro con gare di motocross, supercross e non mancheranno Toro Rosso e Red Bull con le loro F1, la Ducati MotoGp di Dovizioso e la Suzuki di Iannone.

Esibizione di Antonio Giovinazzi alla Motul Arena – PH Credits: motori.quotidiano.net

Passione Classica Racing” è invece il percorso espositivo realizzato in collaborazione con i più importanti musei e le collezioni più rinomate, come Museo Ferrari, il museo Nazionale dell’Automobile di Torino, ACI Storico e ASI. Da non perdere inoltre l’“Innovation Hub”, uno spazio dedicato a università e start-up coinvolte in diverse attività, mentre al 30° Memorial Bettega tre promesse del rally si confronteranno con i nomi che hanno fatto grande la specialità. Da ammirare le 7 finaliste del “Car of the Year 2018“, tra cui la regina del salone: la Alfa Romeo Stelvio.

motor show

Stand finaliste Auto dell’Anno 2018 – PH Credits: motori.quotidiano.net

Ecco il programma degli eventi da oggi fino a domenica 10:

GIOVEDÌ 7 DICEMBRE 2017 (9:00 – 18:00)

Trofeo Rally Suzuki
Trofeo Italia Rally 2 Ruote Motrici
Trofeo Italia Rally Terra Yokohama
Woman Motor Show Cup
Parata 112 Abarth
Folco Team Stunt Show
Driving Experience FCA
Quadro4

VENERDÌ 8 DICEMBRE 2017 (8:30 – 18:30)

Trofeo Italia Rally WRC
Trofeo Italia Rally R5
Arena Cross-Supercross Internazionale “Motor Show Cup”
Quadcross Trofeo Motor Show
Folco Team Stunt Show
Kart Cross – U4 Superbuggy
Parata Mustang
Parata Harley Davidson

SABATO 9 DICEMBRE 2017 (8:30 – 18:30)

Rally 30° Memorial Bettega
Rally Trofeo Pucci Grossi
Trofeo Italia Rally Autostoriche 2 Ruote Motrici
Trofeo Italia Rally Autostoriche 4 Ruote Motrici
Sidecar Cross Motor Show Cup
Gara Side by Side
Trofeo Red Supermoto
Folco Team Stunt Show

DOMENICA 10 DICEMBRE 2017 (8:30 – 18:30)

Rally 30° Memorial Bettega
Trofeo Italia Rally Autostoriche 2 Ruote Motrici
Trofeo Italia Rally Autostoriche 4 Ruote Motrici
Gara MX Epoca GR.5
Gara Side by Side
Folco Team Stunt Show
Superstars (Motocross dei Campioni)
Premiazione Memorial Bettega

Per maggiori info su eventi, orari e biglietti, visitate il SITO UFFICIALE del Motor Show.


 

Grazie per aver letto questo articolo!

Se ti è piaciuto condividilo utilizzando i tasti di condivisione social e iscriviti alla nostra Newsletter settimanale per rimanere sempre aggiornato. Potrai cancellarti in qualsiasi momento.

campanella

 Sharing is Caring! 😉

 

About Author

Conosciuto come Gillo, nasce in Brianza nel 1988 ed è co-fondatore di Glamour Affair. Ha molte passioni, ma quella innata per la progettazione e il design lo ha portato a conseguire nel 2014, presso il Politecnico di Milano, la Laurea Magistrale in Architettura delle Costruzioni con il massimo dei voti. Iscritto all'Ordine professionale dal 2016, ha esercitato la professione di architetto e fotografo come libero professionista, lavorando oggi nella comunicazione e nella fotografia con la Società Quadrifolium Group S.r.l. che ha fondato con il fratello Stefano. Il mondo dell’arte e della creazione (non della creatività, quella la lasciamo ai grandi Maestri), lo ha aiutato ad essere un gran osservatore ed a sviluppare un attento occhio critico. Un carattere risoluto lo porta spesso ad odiare le mezze misure, ma ciò non gli impedisce di essere sempre disponibile verso tutti ed ascoltare le persone. Si ritiene tradizionalista (alcuni, per disprezzo, direbbero conservatore), ma senza timore del progresso, e crede che solo l’impegno e la costanza possano portare al raggiungimento dei propri obiettivi. Cerca sempre di dare molto valore al tempo perché, essendo di natura uguale per tutti, è il più grande strumento di democrazia.