PUBBLICITÀ

 

A star is born: Gaga e Cooper ai loro debutti

E’ uscito nelle sale cinematografiche italiane l’11 ottobre “A Star Is Born“, scritto, diretto e interpretato da Bradley Cooper. Al suo fianco Lady Gaga al suo debutto come attrice.
Una pellicola che ha tenuto impegnato Cooper per ben 4 anni, ma che molto probabilmente ha avuto un successo molto più grande di quello che lui stesso si aspettava.
Basti pensare che l’album “A Star Is Born” ha raggiunto le vette delle classifiche di tutto il mondo in sole due settimane; colonna sonora, Bradley Cooper e Lady Gaga dovrebbero essere tra i principali candidati agli Oscar.
Una storia d’amore, bella fino alla fine seppur nella sua drammaticità. Lei talentuosa, ma non abbastanza bella per sfondare nel mondo della musica, lui bello, dannato e famoso; un copione quasi banale, se non fosse per il tragico epilogo e per tutte le sfaccettature nascoste.
In un’intervista durante la presentazione del film (fuori concorso al Festival del Cinema di Venezia), Stefani Germanotta ha però ammesso che lei ed Ally non hanno in comune lo stesso tipo di carriera. Ally era consapevole delle sue capacità, ma aveva paura, lei invece era sicura di se stessa e soprattutto ha mostrato la sua personalità con travestimenti, parrucche e trucco fin dall’inizio.

Scena tratta dal film

A star is born: tra palco e realtà

Lei, Ally, di giorno cameriera e la sera cantante in un drag bar; lui, Jack Maine, rocker famoso, bello e con qualche problemino con alcool, droga e, come se non bastasse, affetto da acufene.
Lui, dopo uno dei suoi concerti, ha necessità di bere un bicchierino, come se non avesse già bevuto abbastanza, e finisce nel bar dove Ally quella sera si esibisce e canta “La vie en rose”. Lui rimane estasiato e la vuole conoscere. L’inizio è quasi fiabesco, una di quelle cose che dici… “ok, succede solo nei film!”.
Poi poco alla volta si entra in un possibile scenario reale, tra palco e realtà. Si entra dentro quel vortice dello show-biz che non tutti gli artisti spesso riescono a gestire; per fortuna, commentano i due protagonisti della pellicola durante una delle loro mille interviste, è un aspetto della popolarità che a loro non appartiene.
I due quindi si incontrano, si innamorano, lui le da coraggio e la fa conoscere al grande pubblico e poco alla volta la fama di Ally finisce per sovrastare quella di Jack.
Inizia così quel vortice tra alti e bassi, la rivincita di lei, piegandosi alle regole del mercato e i bassi di lui, che sprofonda sempre più nell’alcool, nella droga e nella depressione.
A Star Is Born, parla si di una storia d’amore, dove l’uno per proteggere l’altra finisce spesso per mentire, ferirlo senza volerlo. Ma parla soprattutto di un amore tanto grande quanto “malsano”, una storia d’amore che ti insegna che in un rapporto l’amore non basta, bisogna parlare ed essere sinceri, senza aver paura, perchè a volte per il troppo amore si finisce per annullare se stessi.
Il film non parla solo di una relazione tormentata, ma parla, come raccontano gli stessi protagonisti, del lato oscuro dello show-business.
Spesso quando si è travolti nella voragine della popolarità si cerca sempre più di compiacere il pubblico, di dare, di accontentare i fans. Non importa che tu sia un attore, un musicista, un politico o un presentatore televisivo, gestire la fama non è semplice. Passi dai momenti dove sei sommerso dal frastuono a momenti dove ti senti solo e intorno a te c’è solo il silenzio. In effetti nel film questo aspetto è sottolineato già dalle prime scene, dove Jack è travolto dal frastuono, dalle urla del pubblico e poi, una volta spenti i riflettori del palco, lui si rinchiude nel silenzio della sua macchina e crolla, crolla nella solitudine e nell’alcool.

A Star is born – Locandine

A star is born: una scommessa vinta.

Lady Gaga ha sempre affermato che avrebbe voluto mettersi in gioco con la recitazione e Bradley Cooper le ha dato quest’opportunità. Abbiamo conosciuto Stefani Germanotta e non la Gaga pop star, senza maschere, costumi, trucchi costruiti o parrucche esagerate e una nuova stella del cinema. Cooper invece, a metà tra Eddie Vedder e Bruce Sprigsteen, si è rivelato un musicista strepitoso.
Un film che merita sicuramente di essere guardato.


 

Grazie per aver letto questo articolo!

Se ti è piaciuto condividilo utilizzando i tasti di condivisione social e iscriviti alla nostra Newsletter settimanale per rimanere sempre aggiornato. Potrai cancellarti in qualsiasi momento.

campanella

 Sharing is Caring! 😉

 

About Author

Classe 1984, calabrese di origine, ma brianzola di adozione. Segni particolari? Sono dei gemelli e questo basta e avanza! Odio: annoiarmi, le persone negative, la tristezza e la cattiveria gratuita. Amo: il mare, il sushi, la pizza, il tiramisù e in generale il buon cibo... e, ahimè, si vede! Amo leggere storie romantiche che mi fanno sognare ad occhi aperti, ballare, cucinare e gli animali, in modo particolari i cani. Sono un’eterna e inguaribile romantica, ho un animo rock, ma impazzisco per il tulle, le gonne midi, soprattutto se sono vaporose e i tacchi alti, anche se per comodità indosso spesso le sneakers. Parlo tanto, anzi tantissimo... parlo anche con i muri. Ah, di conseguenza scrivo anche tanto. Mi sono laureata in Comunicazione di Massa Pubblica e Istituzionale nel 2011; la mia passione per la moda mi ha portato ad aprire un blog nel 2013: The Shade of Fashion, il mio angolo personale sul web. Piena di energia, per me le cose sono o bianche o nere, le mezze misure il più delle volte non esistono. Io sono così, o mi si ama o mi si odia! Il dilemma è: "mi amerete o odierete?".