Si è appena concluso il Coachella, il festival di musica che si tiene ogni anno in California ad aprile e che fa parlare di sé non tanto per la musica, quanto per il look delle star che vi partecipano. Se vedere le foto delle modelle di Victoria’s Secret abbigliate come neo-hippy sul vostro feed Instagram vi ha fatto venire una gran voglia di estate e, perché no, di festival, abbiamo selezionato per voi alcuni degli eventi musicali più famosi e divertenti in arrivo nel mondo, da giugno a settembre.
Un’ottima occasione per una vacanza, sia per chi è disposto a viaggiare lontano (leggasi, Usa), sia per chi vuole restare in Europa, e trascorrere un weekend di svago in una città europea, approfittando per visitarla. Negli ultimi anni si sta infatti diffondendo il turismo dei festival, ovvero quel turismo, soprattutto giovanile, che vede le persone muoversi verso le grandi città per partecipare ad un evento musicale.

I festival negli Usa: Burning Man e Afropunk

Partiamo dagli Stati Uniti, la patria del Coachella. Subito dopo il festival californiano, l’altro evento musicale più chiacchierato dell’anno è il Burning Man di Black Rock, nel deserto del Nevada, che quest’anno si tiene dal 27 agosto al 4 settembre. Durante questa manifestazione, viene creata una sorta di metropoli nel deserto, dedicata alla creatività e alla libertà di espressione individuale, ritrovo di artisti e gente comune. Chi partecipa è invitato a creare un’istallazione, un’opera d’arte, a dare un contributo creativo all’evento. Il festival è famoso anche per il particolare abbigliamento dei partecipanti. a metà tra l’hippy e l’extraterrestre. I biglietti partono da 990 dollari a persona e si acquistano tramite il sito ufficiale.

Festival Burning Man

Festival Burning Man (foto Ales aka Dust To Ashes)

Spostandosi invece a Brooklyn, il 26 e il 27 agosto si tiene il Festival Afropunk che celebra la cultura afroamericana, i suoi colori e le sue musiche. Si partecipa indossando abiti ampi e variopinti, con fantasie e accessori tribali. La line-up prevede sul palco musicisti emergenti della scena afroamericana, tra blues, rap, hip hop e r&b, oltre a icone intramontabili della black music quali Macy Gray prevista il 26 agosto. Il costo dei biglietti è decisamente più abbordabile, dai 40 dollari in su.

Afropunk Festival

Partecipanti all’Afropunk festival (foto pagina ufficiale Facebook)

Gli amanti della musica EDM avranno l’imbarazzo della scelta: si inizia a giugno (dal 16 al 18) con l’Electric Daisy Carnival di Las Vegas e con l’Electric Forest di Rothbury in Michigan (dal 22 al 25 e dal 29 giugno al 2 luglio), si prosegue a settembre (dall’1 al 3) con l’Electric Zoo di New York e si chiude con l’Imagine Festival sull’Atlanta Motor Speedway in Georgia (dal 22 al 24 settembre).

Da Sonar a Sziget: gli eventi più attesi in Europa

Se l’America è troppo lontana, quest’estate si può approfittare di uno dei tanti festival musicali del vecchio continente per un weekend in una città europea.
Il 15, 16 e 17 giugno, Barcellona ospita il Sonar, un evento di musica techno, hip hop e soprattutto elettronica. I biglietti partono da 180 euro e per la 24esima edizione hanno confermato la loro partecipazione artisti quali De La Soul, Nina Kraviz e Soulwax. Quest’ anno sarà inoltre allestita una mostra dedicata a David Bowie (“David Bowie Is“) al Museu del Disseny di Barcellona a partire dal 25 maggio, con esposti oltre 300 oggetti appartenuti all’artista o legati alla sua carriera, inclusi manoscritti, fotografie e capi di abbigliamento.

Sonar Festival Troyboi

Troyboi al Sonar Village 2016 (foto Ariel Martini)

Un altro appuntamento imperdibile per gli amanti della musica pop e rock è lo Sziget Festival di Budapest, dal 9 al 16 agosto, che quest’anno vedrà la partecipazione di Kasabian, Pink, Wiz Khalifa e Pj Harvey, solo per citarne alcuni. Il festival si tiene sull’isola Obuda nel Danubio, ribattezzata per l’occasione “Isola della libertà”. Un evento unico nel panorama musicale europeo, che nel 2016 è arrivato ad attrarre ben 500mila spettatori da tutto il mondo, che hanno campeggiato sull’isola per assistere a concerti, street parade e manifestazioni artistiche nella settimana di ferragosto.

Sziget Festival

Allestimento per lo Sziget Festival (foto Sziget Festival Official)

Il 14, 15 e 16 luglio a Gräfenhainichen in Germania si svolge invece il festival Melt!, che ogni anno richiama oltre 20mila appassionati di musica house, indie e techno dai quattro angoli de pianeta. A Parigi invece, il 10 e 11 giugno si celebra We Love Green: non solo una manifestazione musicale, ma un evento che punta a sensibilizzare sulla necessità di adottare uno stile di vita eco-sostenibile e più rispettoso dell’ambiente. Durante la due-giorni, si mangia cibo sano e non si abbandonano rifiuti. L’allestimento del festival è alimentato a panelli solari e sono allestiti laboratori educativi su come adottare un modello di vita più “green”.


 

Grazie per aver letto questo articolo!

Se ti è piaciuto condividilo utilizzando i tasti di condivisione social e iscriviti alla nostra Newsletter settimanale per rimanere sempre aggiornato. Potrai cancellarti in qualsiasi momento.

campanella

 Sharing is Caring! 😉

 

About Author

Copywriter e giornalista iscritta all'albo, classe 1988, scrivo per vocazione. Tre lingue parlate, leggo fin troppi libri per essere bionda. Segno zodiacale: cancro. Fiore preferito: l’orchidea. Consumatrice di rossetti. Cioccolato fondente almeno una volta al giorno. Mai imparato a fischiare. Nella mia mente sono sempre in viaggio. Se fossi un paese sarei l'Australia, l'avventura dei miei 16 anni. I grattacieli moderni, il cuore selvatico delle foreste, i colori chiari dell'outback. A vent’anni scopro l'America, in viaggio tra California e Nevada. Mi innamoro dei colori di Barcellona e dei cieli gelidi di Berlino. Mi sento più sicura se indosso qualcosa di nero. Alla primavera preferisco l'autunno, ma la mia stagione è l'estate. Ero una di quei bambini che parlano con l'amico immaginario. Mal sopporto la neve, il rosa e la marmellata di mirtilli. Sono per i cani piuttosto che i gatti, il mare più che la montagna. Mi arrabbio con moderazione. Mi sgrido tanto. Mi perdono spesso. E sogno di vedere l'Africa.