Gli abaloni sono dei molluschi molto simili alle capesante per gusto e consistenza, racchiusi in conchiglie mono valve dalla superficie interna perlacea, che per la loro bellezza vengono spesso utilizzate per creare gioielli e parti di strumenti musicali. Sono frutti di mare estremamente pregiati e ricercati ed in cucina le loro carni succose e morbide regalano emozioni. La ricetta che vi proponiamo è ideale per un antipasto elegante e raffinato con cui stupirete senza dubbio i vostri commensali.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

  • 4 abaloni di medie dimensioni (7-8 cm)
  • olio evo
  • limone
  • 5-6 datterini gialli
  • 50 g di basilico fresco
  • 40 g di burro
  • 100 ml di panna fresca
  • sale
  • pepe

PROCEDIMENTO

In un pentolino fate bollire dell’acqua e nel frattempo pulite gli abaloni, staccandoli delicatamente dalla loro conchiglia con l’aiuto di un coltellino ed eliminando fegato e punte. Pulite accuratamente la superficie delle conchiglie da eventuali sporcizie ed incrostazioni e tenetele da parte per la presentazione finale.

Quindi sciacquate i molluschi sotto l’acqua corrente, tagliateli a fettine di circa 0,5 cm di spessore ed immergeteli per un paio di minuti nell’acqua bollente, dopodiché scolateli ed insaporiteli con una marinata di olio, limone e pepe per almeno 20 minuti.

Nel frattempo preparate la salsa facendo rosolare 1/3 delle foglie di basilico con il burro per qualche minuto, quindi unite la panna e portate ad ebollizione il composto. A quel punto abbassate la fiamma, aggiungete sale e pepe e cuocete per altri 3 minuti a fiamma dolce. Lasciate intiepidire la salsa qualche secondo dopodiché trasferitela nel mixer, aggiungete le restanti foglie di basilico e frullate in modo da ottenere un composto liscio e e cremoso.

Da ultimo tagliate i datterini a rondelle di 1 cm circa e procedete alla composizione del piatto come segue. Sistemate qualche cucchiaio di salsa al basilico al’interno delle conchiglie, in modo da riempirle completamente, quindi posizionate al di sopra 3-4 fettine di abalone, inserite tra una fettina e l’altra 2-3 rondelle di datterini, decorate con dei petali edibili, spolverizzate con una grattata di pepe e servite.

 


 

Grazie per aver letto questo articolo!

Se ti è piaciuto condividilo utilizzando i tasti di condivisione social e iscriviti alla nostra Newsletter settimanale per rimanere sempre aggiornato. Potrai cancellarti in qualsiasi momento.

campanella

 Sharing is Caring! 😉

   

About Author

Classe 1979, milanese, laureata in giurisprudenza, dopo una breve carriera come avvocato ho deciso di dedicarmi a tempo pieno ai miei due figli maschi. Mai avrei pensato che grazie alla maternità avrei scoperto la mia più grande passione. Stando ai fornelli a poco a poco ho infatti compreso che la cucina era la strada giusta da percorrere. Così mi sono reinventata impegnandomi con tutte le mie energie per affinare la mia "arte" culinaria. All'inizio mi limitavo ad una mera esecuzione delle ricette ma grazie a un po' di pratica e a qualche critica costruttiva, ho imparato a personalizzare i piatti secondo il mio gusto e le mie intuizioni. Un anno e mezzo fa ho deciso di dare sempre più forma e spazio alla mia passione creando un blog di ricette che rappresentano la sintesi di ciò che desidero esprimere attraverso la mia cucina: l’inventiva, la ricerca di equilibri tra sapori e consistenze diversificati e la cura della presentazione, fondamentale per far si che un piatto appetitoso sia appetibile anche al solo sguardo.