Il 6 luglio scompare il celebre architetto designer Paolo Piva.

Il mondo dell’architettura e del design perde un maestro. Muore all’età di 67 anni Paolo Piva, designer veneto conosciuto in tutto il mondo per le sue creazioni nel campo dell’arredamento. Nasce il 13 marzo 1950 ad Adria, in provincia di Rovigo. Tra i suoi maestri troviamo l’Architetto Carlo Scarpa, una tra le più importanti figure del Movimento Moderno e si laurea con una tesi intitolata “Vienna dal 1918 al 1934”, coordinata dal professore Manfredo Tafuri. Vienna e Venezia saranno i punti di riferimento per Paolo Piva che studierà in entrambe le città diventando, nel 1991, professore ordinario all’Accademia di Arti applicate della capitale austriaca. All’attività accademica si affiancano l’architettura e il design. Paolo Piva ha collaborato con le più importanti aziende di arredamento italiane come B&B Italia, Poliform e Varenna Cucine.

Paolo Piva, Poliform

Divano modulare SOHO, Poliform.

«La notizia della scomparsa di Paolo mi ha lasciato senza parole», afferma Giorgio Busnelli, Amministratore Delegato di B&B Italia in un’intervista rilasciata a design.repubblica.it. «Una collaborazione, la nostra, lunga oltre quarant’anni. Abbiamo iniziato nel 1975. Con mio padre Pierino abbiamo scritto dei capitoli importanti del design italiano, con progetti iconici caratterizzati da ingegnose soluzioni tecniche ed estetiche, sempre all’insegna della funzionalità. Abbiamo perso un uomo straordinario, un designer e un architetto di grande cultura e visione. Ha insegnato molto a tutti noi, al di la’ del suo ruolo di professore all’Akademie für angewandten Kunst di Vienna». Il mondo del design rende omaggio a Paolo Piva, per il suo lavoro e per la sua eredità.

Tavolo Athos, B&B Italia.


 

Grazie per aver letto questo articolo!

Se ti è piaciuto condividilo utilizzando i tasti di condivisione social e iscriviti alla nostra Newsletter settimanale per rimanere sempre aggiornato. Potrai cancellarti in qualsiasi momento.

campanella

 Sharing is Caring! 😉

   

About Author

Il mio nome è Alessio, ma per i più sono Gillo. Nato in Brianza nel 1988, sono per metà pugliese. Ho un carattere risoluto e spesso odio le mezze misure, ma ciò non mi impedisce di essere sempre disponibile verso tutti. Sono tradizionalista (alcuni, per disprezzo, direbbero conservatore) e credo che solo l’impegno e la costanza possano portare al raggiungimento dei propri obiettivi. Ho molte passioni, ma quella innata per la progettazione e il design mi ha portato a conseguire nel 2014, presso il Politecnico di Milano, la Laurea Magistrale in Architettura delle Costruzioni con il massimo dei voti. Iscritto all'Ordine professionale dal 2016, ho esercitato la professione di architetto e fotografo come libero professionista, lavorando oggi nella comunicazione e nella fotografia con la Società che ho aperto con mio fratello Stefano. Il mondo dell’arte e della creazione (non della creatività, quella la lasciamo ai grandi Maestri), in genere mi ha portato ad essere un gran osservatore e sviluppare un forte occhio critico. Cerco di dare molto valore al tempo, soprattutto perché è il più grande strumento di democrazia essendo, per natura, uguale per tutti.