Un viaggio affascinante nella città di Domenico Modugno.

Oggi ripartiremo nel Tour, iniziato l’anno scorso, che ci porterà negli angoli più suggestivi della Puglia al di fuori delle solite località marittime. Polignano a Mare, situato ad una trentina di chilometri da Bari, rappresenta una delle perle della Regione. Il suo centro storico si sviluppa sopra un meraviglioso sperone roccioso a picco sul mare dal quale si può godere della vista di meravigliosi scenari e panorami mozzafiato. Questo costituisce già di per sé una delle attrazioni di Polignano a Mare per via delle sue grotte marine scavate dalle onde, meta di tutti coloro che amano i paesaggi marini e le escursioni. Polignano a Mare è celebre per molti aspetti, soprattutto per essere la città che diede i natali a Domenico Modugno e rappresenta la meta ideale per gli amanti della natura, del benessere e del relax.

Polignano a Mare

Statua bronzea a Domenico Modugno (Fonte: Panoramio.com)

Polignano a Mare è un pittoresco paesaggio che si sviluppa tra la terra e il mare ed è famosa per le sue meravigliose spiagge. Uno dei simboli è Cala Lama Monachile, una delle spiagge più belle a ridosso del Centro Storico. Troviamo poi Cala Paura, dove si può gustare un ottimo pesce fresco, in un’atmosfera alquanto divertente e insolita; Cala PortoPonte dei Lapilli, Porto Cavallo, Porto ContessaSan Vito, il lido di San Giovanni, l’Oasi Cala Fetente, una caletta poco fuori Polignano, Port’AlgaPozzo Vivo e un’altra splendida caletta in cima ad una torre chiamata Torre Incina. In ogni vicolo dell’antico borgo si può respirare un’aria sospesa nel tempo e godere delle tre terrazze panoramiche che si aprono sul un mare.

Polignano a Mare

Cala Lama Monachile.

L’unica entrata vera del meraviglioso borgo è costituita dall’Arco Marchesale, un tempo munito anche di un ponte levatoio del quale si possono ancora vedere le antiche catene. Con il suo centro storico, Polignano a Mare è una città ricca di monumenti e luoghi da visitare, come la Chiesa matrice di Santa Maria Assunta, la chiesa di Sant’Antonio, la chiesa di San Cosma e Damiano, la meravigliosa Abbazia di San Vito con la sua chiesetta romanica, oppure la chiesa della Natività, la chiesa della Trinità, del Purgatorio, del Crocifisso e Madonna della Pace. E poi i famosi aforismi scritti negli anni sui muri del centro da Guido Lupori, detto “il Flâneur“, che creano un susseguirsi di angoli suggestivi di cui è difficile non innamorarsi.

Polignano a Mare

Una delle famose poesie e frasi scritte sui muri da Guido Lupori, detto “il Flâneur”.

Le viette del centro storico e le piazze principali di Polignano a Mare offrono anche la possibilità di poter degustare l’ottima cucina locale molto genuina. Sono numerosi i ristoranti incantevoli e alcuni monumentali situati all’interno dei grandi Hotel oppure dei Resort, anche fuori dal centro. Celebre è lHotel Ristorante Grotta Palazzese, con l’area tavoli ricavata all’interno di una grotta a strapiombo sul mare che ne ha fatto uno dei ristoranti più suggestivi del mondo. Per vivere un’esperienza unica a contatto con la natura, con la gente del luogo, è possibile degustare piatti tipici anche all’interno delle innumerevoli masserie che si susseguono nel territorio dell’entroterra. Polignano a Mare è un luogo magico, adatto anche agli amanti dello shopping e della vita notturna con negozi e locali serali.

Polignano a Mare

Hotel Ristorante Grotta Palazzese (Fonte: www.grottapalazzese.it).

Tra i punti di interesse del centro storico si può citare anche la Casa dell’Orologio, il Monumento ai Caduti, il Sito di Santa Barbara e il Sito di Madonna in Grottole. Di notevole interesse naturalistico sono poi le innumerevoli grotte marine, storicamente molto importanti e i resti della denominazione romana come il Ponte della Via Traiana. Da visitare anche le varie piazze che compongono e si intersecano nel piccolo borgo, da Piazza Garibaldi, Piazza Trinità, la Contrada San Cosimo, la Contrada Foggia Notarcnicola e la Contrada Chiesa Nuova. Nella sua città natale, troviamo il monumento a Domenico Modugno sull’omonimo lungomare che conduce alla zona portuale, angolo da cui si può ammirare Punta del “Bastione Santo Stefano“.

Polignano a Mare

Ponte della Via Traiana visto da Lama Monachile.

E proprio su questa punta si terrà domenica 23 luglio, per la quinta volta e per il terzo anno consecutivo, la tappa italiana del Red Bull Cliff Diving, l’evento mondiale di tuffi da scogliera organizzato dal 2009 da Red Bull. Uno spettacolo da non perdere e che da sempre attira un numero altissimo di spettatori (70.000 lo scorso anno) in quella che è definita “La Mecca europea del cliff diving“. I tuffatori si lanceranno, come di consueto, dalla Terrazza privata di Pietro L’Abbate situata a 21 metri di altezza, con un secondo trampolino a 27 metri. E in questo contesto risuona familiare la canzone “Volare” di Modugno, perfetta per gli incredibili tuffi dei cliff diver! Allora cosa aspettate a partire per andare visitare questo luogo magico?

Polignano a Mare

Performance di Kris Kolanus durante i Red Bull Cliff Diving del 2016 (Fonte: www.redbull.com).


- Advertisement -


Grazie per aver letto questo articolo!

Se ti è piaciuto condividilo utilizzando i tasti di condivisione social e iscriviti alla nostra Newsletter settimanale per rimanere sempre aggiornato. Potrai cancellarti in qualsiasi momento.

campanella

 Sharing is Caring! 😉

 

About Author

Conosciuto come Gillo, nasce in Brianza nel 1988 ed è co-fondatore di Glamour Affair. Ha molte passioni, ma quella innata per la progettazione e il design lo ha portato a conseguire nel 2014, presso il Politecnico di Milano, la Laurea Magistrale in Architettura delle Costruzioni con il massimo dei voti. Iscritto all'Ordine professionale dal 2016, ha esercitato la professione di architetto e fotografo come libero professionista, lavorando oggi nella comunicazione e nella fotografia con la Società Quadrifolium Group S.r.l. che ha fondato con il fratello Stefano. Il mondo dell’arte e della creazione (non della creatività, quella la lasciamo ai grandi Maestri), lo ha aiutato ad essere un gran osservatore ed a sviluppare un attento occhio critico. Un carattere risoluto lo porta spesso ad odiare le mezze misure, ma ciò non gli impedisce di essere sempre disponibile verso tutti ed ascoltare le persone. Si ritiene tradizionalista (alcuni, per disprezzo, direbbero conservatore), ma senza timore del progresso, e crede che solo l’impegno e la costanza possano portare al raggiungimento dei propri obiettivi. Cerca sempre di dare molto valore al tempo perché, essendo di natura uguale per tutti, è il più grande strumento di democrazia.

1 commento

Leave A Reply