Il Festival del Cinema di Venezia 2017 animerà la Laguna veneta dal 30 agosto al 9 settembre.

Da mercoledì 30 agosto i salotti buoni, le prestigiose location e i lussuosi hotel de La Serenissima saranno protagonisti degli eventi mondani, più o meno esclusivi, della 74° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Come ad ogni edizione, i riflettori saranno puntanti anche fuori dagli sfarzosi e patinati red carpet al Palazzo del Cinema del Lido di Venezia. VIP e Star la faranno da padrone sfoggiando abiti griffati e look che daranno da mangiare alle riviste di mezzo mondo almeno per qualche settimana. Parola d’ordine sicurezza: nei giorni della manifestazione, qualsiasi location sarà blindata dalle forze dell’ordine per garantire la pubblica sicurezza del Festival del Cinema di Venezia 2017.

Festival di Venezia

Red Carpet al Palazzo del Cinema.

Anche la moda, come ogni hanno, non mancherà tra i protagonisti. Il Festival del Cinema di Venezia 2017 sarà la cornice speciale in cui verrà consegnato il primo Franca Sozzani Award. Il premio, istituito per celebrare la figura del Direttore di Vogue Italia, scomparsa lo scorso dicembre, sarà consegnato il 1 settembre all’attrice statunitense Premio Oscar Julianne Moore presso il Palazzo Contarini Polignac al Dorsoduro. La decisione è stata presa dal Board del Premio che ha voluto insignire l’attrice del Franca Sozzani Award perché “con la stessa forza e determinazione di Franca, ha unito l’eccellenza nel campo artistico a un forte impegno civile e sociale”. Il premio verrà consegnato dall’attore inglese Colin Firth.

Franca Sozzani, Direttrice di Vogue Italia dal 1988 al 2016.

Ecco l’elenco delle location che animeranno le serate VIP al di fuori del Palazzo del Cinema.

Martedì 29 agosto, al lussuoso hotel 5 stelle Danieli, avrà luogo il party di pre-apertura con l’omaggio alla presidente della giuria Annette Bening. Il Lido sarà invece animato dal Venice Movie Stars Lounge nelle serre della Ciga Hotels.
Mercoledì 30 agosto, al termine della cerimonia e della proiezione del film di apertura “Downsizing” di Alexander Payne, i VIP si divideranno tra la cena inaugurale della Biennale alla spiaggia dell’Excelsior e quella prestigiosa di Vanity Fair a Cà Rezzonico sul Canal Grande in omaggio a Matt Damon e al cast del film appena proiettato. Questo non accadrebbe in Festival molto più formali come quello di Cannes.
Giovedì 31 agosto, al prestigioso Hotel San Clemente Palace Kempinsky nell’isola di San Clemente, avrà luogo la serata con Ethan Hawke e Amanda Seyfried per “First Reformed” di Paul Schrader, mentre Vanity Fair propone, nei Granai della Giudecca, un cocktail con la mostra di ritratti di David Montgomery.
Venerdì 1 settembre Rai Cinema festeggerà al San Clemente Palace l’artista dissidente cinese Ai Weiwei e il suo “Human Flow” sui rifugiati. La stessa sera, a Palazzo Contarini Polignac al Dorsoduro, sarà consegnato il già citato Franca Sozzani Award al Premio Oscar Julianne Moore, mentre al Centurion avrà luogo il Diva e Donna party.
Sabato 2 settembre sarà una serata intensa. Al Cipriani troveremo George Clooney con il party del suo film “Suburbicon” e, al San Clemente Palace, l’evento per i leoni alla carriera Jane Fonda e Robert Redford. Si terrà la festa per il fashion magazine Lampoon e, al Centurio, Claudia Cardinale e Susan Sarandon saranno ospiti d’onore per il premio Kineo. Da non perdere le due feste al Lido per “La vita in comune” di Winspeare e per Biennale College alla Terrazza mediterranea di fronte al Casinò.
Domenica 3 settembre Helen Mirren e Donald Sutherland saranno le star al San Clemente Palace nel party di Rai Cinema per il film di Paolo Virzì “The Leisure Seeker”, mentre alle serre del Ciga al Lido ci sarà il party in onore della 14° Edizione del Venice Movie Stars Photography Award, che premierà a Roma gli scatti più belli realizzati dai fotografi ufficiali della Mostra del Cinema.
Lunedì 4 settembre, per le sorelle Mulleavy e il loro film “Woodshock” con Kirsten Dunst, si terrà un party al San Clemente Palace, mentre a Palazzina G è prevista la serata per “Una famiglia” di Sebastiano Riso, con Micaela Ramazzotti e Massimiliano Gallo.
Martedì 5 settembre alla Terrazza Mediterranea al Lido avrà luogo la tradizionale Festa Ciak, mentre al Centurion si festeggia Michael Caine per il premio Mimmo Rotella e, ai bordi della piscina dell’Excelsior, ci sarà l’evento per il corto Twinset girato da Sydney Sibilia “Io sì, tu no” con Greta Scarano, Lino Guanciale e Valerio Aprea.
Mercoledì 6 settembre e giovedì 7 settembre si terranno le due feste mondane al Lido più attese per gli accreditati italiani mercoledì per “Ammore e Malavita” dei Manetti Bros e giovedì al Pachula per “Brutti e cattivi”.
Sabato 9 settembre si faranno le ore piccole sulla spiaggia dell’Excelsior e nei saloni con i Leoni d’Oro del Festival del Cinema di Venezia 2017.

COSA ASPETTATE?! PARTITE SUBITO PER VENEZIA!

Festival di Venezia

Il Leone d’Oro, l’ambitissimo premio internazionale assegnato al Festival del Cinema di Venezia.


 

Grazie per aver letto questo articolo!

Se ti è piaciuto condividilo utilizzando i tasti di condivisione social e iscriviti alla nostra Newsletter settimanale per rimanere sempre aggiornato. Potrai cancellarti in qualsiasi momento.

campanella

 Sharing is Caring! 😉

   

About Author

Conosciuto come Gillo, nasce in Brianza nel 1988 ed è co-fondatore di Glamour Affair. Ha molte passioni, ma quella innata per la progettazione e il design lo ha portato a conseguire nel 2014, presso il Politecnico di Milano, la Laurea Magistrale in Architettura delle Costruzioni con il massimo dei voti. Iscritto all'Ordine professionale dal 2016, ha esercitato la professione di architetto e fotografo come libero professionista, lavorando oggi nella comunicazione e nella fotografia con la Società Quadrifolium Group S.r.l. che ha fondato con il fratello Stefano. Il mondo dell’arte e della creazione (non della creatività, quella la lasciamo ai grandi Maestri), lo ha aiutato ad essere un gran osservatore ed a sviluppare un attento occhio critico. Un carattere risoluto lo porta spesso ad odiare le mezze misure, ma ciò non gli impedisce di essere sempre disponibile verso tutti ed ascoltare le persone. Si ritiene tradizionalista (alcuni, per disprezzo, direbbero conservatore), ma senza timore del progresso, e crede che solo l’impegno e la costanza possano portare al raggiungimento dei propri obiettivi. Cerca sempre di dare molto valore al tempo perché, essendo di natura uguale per tutti, è il più grande strumento di democrazia.