Dopo un anno di “revisione”… Una nuova visione!

“La visione è l’arte di vedere cose invisibili” diceva Jonathan Swift, la mente visionaria che scrisse “I viaggi di Gulliver”. In una cultura dell’immagine afflitta da un eccesso di rumore visivo, il ritorno alla ricerca di concetti essenziali e al bisogno di emozioni inattese spinge generazioni di giovani fotografi, artisti e designer ad intraprendere vie spesso imprevedibili. GlamourAffair Vision sposta la sua “visione” e la ricerca verso questi orizzonti indefiniti. Dopo un anno di “revisione”, GlamourAffair lancia oggi il suo nuovo progetto editoriale di fotografia, arte e design!

“Vision is the art of seeing invisible things” said Jonathan Swift, the visionary mind who wrote “Gulliver’s Travels”. In a culture of image afflicted by an excess of visual noise, the return to the search for essential concepts and the need for unexpected emotions pushes generations of young photographers, artists and designers to undertake often unpredictable ways. GlamourAffair Vision shifts his “vision” and the search towards these indefinite horizons. After a year of “review”, GlamourAffair today launches its new publishing project of photography, art and design!

Glamouraffair Vision, Gennaio Febbraio 2019. Magazine di fotografia, arte e design di Glamouraffair.com

In un’epoca in cui l’espressione artistica sembra ormai diventata un bene di uso comune, aumenta sempre più il contrasto tra il contenuto (spesso povero) e lo stupore che si vuole creare nell’osservatore. Filtri Instagram standard ed effetti di postproduzione estremi prendo spazio nella fotografia e nell’arte visiva per ucciderla dall’interno, mentre la necessità di creare affascinanti oggetti “di design” disintegra la storia del disegno industriale italiano del ‘900.

In an era in which artistic expression seems to have become a common good, the contrast between the content (often poor) and the amazement one wants to create in the observer is increasing. Standard Instagram filters and extreme post-production effects take space in photography and visual art to kill it from within, while the need to create fascinating “design” objects disintegrates the history of Italian industrial design of the 20th century.

Glamouraffair Vision, Gennaio Febbraio 2019. Magazine di fotografia, arte e design di Glamouraffair.com

Una serie di “musei di arte contemporanea” (una nomenclatura che rappresenta di per se un ossimoro) nascono per contenere oggetti inutili e messaggi così ermetici da essere costantemente alla ricerca di un senso. Cosa vuole esprimere oggi la fotografia? Cosa vuole comunicare la miriade di artisti contemporanei? Cosa cercano i designer in un mondo in cui sembra che sia già stato tutto inventato? GlamourAffair Vision è alla ricerca di questa visione.

A series of “museums of contemporary art” (a nomenclature that represents an oxymoron in itself) are born to contain useless objects and so hermetic messages that they are constantly searching for meaning. What does photography mean to express today? What does the myriad of contemporary artists want to communicate? What do designers look for in a world where it seems that everything has already been invented? GlamourAffair Vision is looking for this vision.

LOOKING FOR A VISION!

READ GA VISION

Glamouraffair Vision, Gennaio Febbraio 2019. Magazine di fotografia, arte e design di Glamouraffair.comWe sincerely thank all the people who work with GlamourAffair.


 

Grazie per aver letto questo articolo!

Se ti è piaciuto condividilo utilizzando i tasti di condivisione social e iscriviti alla nostra Newsletter settimanale per rimanere sempre aggiornato. Potrai cancellarti in qualsiasi momento.

campanella

 Sharing is Caring! 😉

 

About Author

Glamour Affair è una “finestra” che fornisce più punti di vista sul mondo e, nello specifico, su tutto quello che è di tendenza e assume una connotazione Glam.La moda, il design, le tendenze, gli ultimi prodotti beauty, il benessere, l’arte culinaria, le mete turistiche più ambite, aggiornamenti dallo Showbiz, ecc., sono argomenti che interessano sempre più persone: questa “vetrina metropolitana” ha proprio lo scopo di aggiornarvi su quanto c’è di nuovo e su tutto quello che reputiamo interessante e che possa creare un dibattito costruttivo e di valore.Glamour Affair nasce dalla voglia di un gruppo di persone, con diversi percorsi scolastici e con diverse passioni, ma che hanno in comune un motto: “Le cose belle non sono mai abbastanza e bisogna condividerle”. Argomenti e temi appartenenti a sfere culturali e sociali diverse, apparentemente antitetiche, si fondono in un unico luogo virtuale in cui, tra un estremo e l’altro, si riproducono le sfumature che caratterizzano la società in cui viviamo, per arrivare a più persone e in più luoghi possibili attraverso il web.Articoli, eventi, contest, promo e immagini sono il contenuto con il quale Glamour Affair veicola, attraverso il pensiero dei propri Contributor, la visione del mondo che si vuole indagare e che, più generalmente, volga ad una visione positiva di quello che ci circonda: un insieme di opportunità contemporanee e future. Senza mai avere paura di rinnovarsi, costantemente guardando al passato. Perché, su Glamour Affair, “Ogni giorno è un nuovo inizio”!

Leave A Reply