Si è appena conclusa una delle settimane più scalpitanti per la citta di Milano, si è appena conclusa la Milano Fashion Week… e per gli addetti al settore sono stati giorni di tour de force e tensioni.
La #MFW è sicuramente anche tanta attesa per i super eventi e le sfilate dei nomi più importanti del fashion system italiano, ma da un anno a questa parte la settimana della moda di Milano è anche Inclusive.
E’ la seconda volta che la fashion week Milanese ospita questo straordinario evento, un fashion show dove protagonisti sono modelle e modelli con amputazioni e in carozzina.
La Milano Fashion Week Inclusive è la moda per coloro che il più delle volte vengono tenuti fuori dalla fashion week ordinaria.
L’edizione del 2016 ha avuto un grande successo e grandi sono stati i risultati per la raccolta fondi e la comunicazione no profit creata da Fondazione Vertical nel 2011.

Official Trailer del 5 dicembre 2016:  New York Fashion Week 2015 | Milano Fashion Week 2016

Perchè la #MFW18 è anche Inclusive.

Martedì 27 febbraio alle ore 18.00 presso il Teatro Vetra ha avuto luogo l’evento Inclusive is Exclusive by Iulia Barton, patrocinato dalla Camera Nazionale della Moda Italiana.
Ragazze in piedi, in carrozzina e con amputazioni hanno sfilato con abiti di alta moda, dove le carrozzine non erano solo un mezzo di trasporto, ma un accessorio, un qualcosa che completava il look, un valore aggiunto all’abito, grazie all’Azienda “Able to enjoy” che le ha personalizzate in base ai colori degli outfit.
L’evento organizzato dalla Iulia Barton – Inclusive Fashion Industry ha portato in passerella 6 maison del Made in Italy: Massimo Crivelli, Angelo Cruciani, Antornio Urzi, Carmela Hontou, Diego Salerno, Giuseppe Fata, uniti con l’obbiettivo di abbattere le barriere sociali e sostenere la ricerca.
Durante il fashion show sono state protagoniste della passerella la modella e attrice americana Tiphany Adams, anche lei in carrozzina, nota negli Stati Uniti per aver girato la fiction “Push Girls” e Shaholly Ayers, modella con amputazione di Honolulu seguitissima sui social. Presente anche il Dott Carlo Capasa, presidente della Camera della Moda Italiana

I proventi della serata verranno devoluti ai laboratori degli ospedali Niguarda Ca’ Granda e San Paolo Hospital a sostegno della ricerca nel campo della rigenerazione dei danni al midollo spinale attraverso le nanotecnologie e l’utilizzo di cellule staminali. I fondi raccolti saranno destinati anche all’acquisto di nuove strumentazioni di laboratorio e per il sostegno delle risorse umane dei giovani ricercatori all’interno del team di studio.

Inclusive is Exclusive by Iulia Barton; sfilata Inclusive is Exclusive a Milano, Teatro Vetra; Milano Fashion Week

Massimo Crivelli, Angelo Cruciani, Antornio Urzi – Ph. Credits: Marco Mantovani Sgp Italia

Inclusive is Exclusive by Iulia Barton; sfilata Inclusive is Exclusive a Milano, Teatro Vetra; Milano Fashion Week

Carmela Hontou, Diego Salerno, Giuseppe Fata – Ph. Credits: Marco Mantovani Sgp Italia


 

Grazie per aver letto questo articolo!

Se ti è piaciuto condividilo utilizzando i tasti di condivisione social e iscriviti alla nostra Newsletter settimanale per rimanere sempre aggiornato. Potrai cancellarti in qualsiasi momento.

campanella

 Sharing is Caring! 😉

   

About Author

Classe 1984, calabrese di origine, ma brianzola di adozione. Segni particolari? Sono dei gemelli e questo basta e avanza! Odio: annoiarmi, le persone negative, la tristezza e la cattiveria gratuita. Amo: il mare, il sushi, la pizza, il tiramisù e in generale il buon cibo... e, ahimè, si vede! Amo leggere storie romantiche che mi fanno sognare ad occhi aperti, ballare, cucinare e gli animali, in modo particolari i cani. Sono un’eterna e inguaribile romantica, ho un animo rock, ma impazzisco per il tulle, le gonne midi, soprattutto se sono vaporose e i tacchi alti, anche se per comodità indosso spesso le sneakers. Parlo tanto, anzi tantissimo... parlo anche con i muri. Ah, di conseguenza scrivo anche tanto. Mi sono laureata in Comunicazione di Massa Pubblica e Istituzionale nel 2011; la mia passione per la moda mi ha portato ad aprire un blog nel 2013: The Shade of Fashion, il mio angolo personale sul web. Piena di energia, per me le cose sono o bianche o nere, le mezze misure il più delle volte non esistono. Io sono così, o mi si ama o mi si odia! Il dilemma è: "mi amerete o odierete?".