Il rooftop sul Duomo rinnova il suo glamour.

Sessant’anni portati splendidamente, con uno charme e uno stile inconfondibili. La Terrazza Martini di Milano è simbolo di un glamour senza tempo, un luogo iconico che ha ospitato la magia di eventi esclusivi ed è stata assoluta protagonista della mondanità e del costume in Italia e nel Mondo.

Per festeggiare le sue sessanta primavere, la celebre Terrazza meneghina, che svetta proprio a ridosso del Duomo, ha deciso di rinnovarsi dando vita ad una nuova idea di accoglienza, sempre rispecchiando la storia e l’immagine del brand.

La Terrazza Martini, infatti, infatti, diventa un luogo in cui, oltre alla fruizione degli spazi per necessità professionali e sociali, si potranno vivere esperienze legate al brand ed al consumo dei suoi prodotti.

“Milano è la capitale della moda, del design e del mito dell’aperitivo. La città si evolve, si evolve il brand e di conseguenza anche la Terrazza Martini cambia, nel rispetto della sua grande storia, che spesso si è intrecciata con il mondo della cultura, del cinema. Qui fu presentata “La Dolce vVta” di Federico Fellini, solo per citare uno dei tanti eventi ospitati. La Terrazza diventa oggi una vera Brand Home”, racconta Marco Alberizzi, Country Manager di Martini.

Non solo glamour ma anche business per il nuovo concept, che vede l’ampliamento con un nuovo piano, aggiungendo un livello ai due già esistenti.

Terrazza Martini piano 14

Il quattordicesimo piano, fresco di inaugurazione, ospita un Business Center: luogo dedicato alle aziende e caratterizzato da sale equipaggiate con attrezzature di ultima generazione. Uno spazio unico disponibile per eventi, conferenze, riunioni di lavoro, corsi di formazione. Accessibile con una membership card, è la location ideale per una riunione o meeting informale, grazie alle aree relax dedicate.

Terrazza Martini piano 14

Il quindicesimo e il sedicesimo piano rimangono il fulcro del lounge con il cocktail bar con vista panoramica e il rooftop bar, con uno skyline assolutamente eccezionale.

“La Terrazza Martini di Milano porta con sé una grande eredità, sia per il brand che per la città che la ospita. I nuovi spazi per eventi e meeting come il nuovo Business Center Martini e le iniziative rivolte al pubblico come le Masterclass Martini Aperitivo vogliono rendere più accessibile la Terrazza a chi desidera vivere l’esperienza Martini”, dice Marco Budano, manager della Terrazza.

II progetto di rinnovamento degli spazi è stato affidato a Il Prisma.

Terrazza Martini piano 16 bar Rooftop

La location è caratterizza da trasparenze, elemento dominante e un rimando alla consistenza dei cocktail: una citazione che si trova negli specchi e nei materiali riflettenti, che moltiplicano i punti di vista e riverberano all’interno la luce e il panorama. Mantenendo un occhio al glorioso passato, gli interventi architettonici strutturali hanno ripristinato le vetrate originarie, che potenziano l’illuminazione dell’intero piano.

Un ambiente pensato su misura per l’ospite, ideato per creare un’esperienza unica e ispirato alle calde tonalità del tramonto, il momento tipico dell’aperitivo, con un occhio di riguardo alla città di Milano nella scelta dei materiali e degli arredi, che richiamano i marmi del Duomo e le pietre della sua piazza. Un percorso fisico che ricollega i tre piani, caratterizzati dalle illustrazioni ispirate all’eleganza del passato e al momento, estremamente chic, del drink raffinato in compagnia.

La classe dell’aperitivo, di ieri, di oggi, di domani

Terrazza Martini piano 16 Rooftop


 

Grazie per aver letto questo articolo!

Se ti è piaciuto condividilo utilizzando i tasti di condivisione social e iscriviti alla nostra Newsletter settimanale per rimanere sempre aggiornato. Potrai cancellarti in qualsiasi momento.

campanella

 Sharing is Caring! 😉

 

About Author

“Senza la musica la vita sarebbe un errore”. Lo diceva Nietzsche ma si adatta perfettamente alla mia anima. La mia esistenza senza le sette note, che ho tatuato addosso in modo indelebile, non avrebbe senso: un amore viscerale (e anche molto carnale). Scrivo da quando ero adolescente. Il giornalismo e la musica sono due passioni che hanno sempre viaggiato di pari passo, insieme alla moda. Dopo aver lavorato nel Fashion System per qualche anno, decido che le sette note sarebbero state il fulcro attorno al quale avrebbe gravitato tutto. Nel 2009 il grande salto: la musica diventa la mia professione a tutti gli effetti e scrivo per Rockol per 5 anni come redattrice interna. Nel 2014 arriva la bellissima collaborazione con Rolling Stone Italia, che prosegue ancora oggi, e nel 2016 ritorno di fiamma con Jaymag, testata musicale. Ma non è tutto. Ho anche un blog: My Rebel Stilettos, nel quale parlo di lifestyle e delle mie passioni. Mi definiscono come una “Punk con i tacchi a spillo” e mai definizione fu più adatta.