&nbsp

E’ stata lanciata con l’hashtag #OMGB (che sta per “Oh my Great Britain!”) la campagna di promozione turistica di Visit Britain. Un invito a visitare l’isola del Nord che non è solo Londra e anche un rimando ai social network: come a dire, venite a trovarci e postate le vostre foto sui vostri account. Il sito di Visit Britain è ricco di suggerimenti per i visitatori italiani, che spaziano dai luoghi di interesse culturale a quelli più fotografati (e condivisi) del paese, senza dimenticare le eccellenze gastronomiche da assaggiare assolutamente.

I simboli della Gran Bretagna

Che il London Bridge sia uno dei simboli della Gran Bretagna è abbastanza scontato. Forse però non tutti sanno come funziona, questo ponte che collega la Torre di Londra al distretto di Southwark. Presso la Tower Bridge Exhibition è possibile approfondire la storia del ponte tramite filmati e animazioni multimediali, con l’opportunità di accedere persino alla sala di controllo del Tower Bridge, normalmente chiusa al pubblico.

Londra, Gran Bretagna

Londra, Gran Bretagna (Foto VisitBritain)

Spostandosi più a nord, ecco Edimburgo, l’”Atene del Nord”, altra città iconica della Gran Bretagna, così chiamata per via delle sue architetture ispirate all’antica Grecia. Ad esempio, il National Monument si ispira al Partenone, il Dugal Stewart Monument al Monumento di Lisicrate, mentre la Royal High School e il City Observatory sono un tentativo di riprodurre lo stile dorico.

E che dire di Bristol e del Clifton Suspension Brigde? Alzi la mano chi sapeva che questo è uno dei ponti sospesi più meravigliosi al mondo. Partecipando alla Bristol International Balloon Fiesta ad agosto, si può persino sorvolarlo in mongolfiera.

Non solo Edinburgo è nostalgica dell’epoca classica, simbolo per eccellenza della città di Bath sono le sue terme romane. Le proprietà curative del luogo erano rinomate già presso i Celti, ma furono i romani a fare della città un vero e proprio luogo sacro, dedicato alla dea Minerva.

Le vie più fotografate

Per gli amanti di Instagram, #OMGB presenta anche una serie di vie pittoresche che faranno la gioia di chi non riesce a fare a meno di scattare fotografie con lo smartphone. Si va da The Shambles, la via medievale più celebre di York, a Gold Hill a Shaftesbury, una delle strade più utilizzate come location di film in Inghilterra, e che sembra uscita dritta dritta da un film ottocentesco. La via più condivisa su Instagram è però un’altra: Circus Lane ad Edimburgo vanta la palma di “strada più instagrammata” della Gran Bretagna.

Se avete voglia di visitare una delle zone più romantiche della Gran Bretagna, allora non perdetevi le Cotswolds. Questa regione è stata dichiarata Area di Eccezionale Bellezza Naturalistica, ed è rinomata per via dei suoi villaggi dalle casette rustiche, circondate da verdi giardini curati. Uno dei paesini più fotografati è Binbury, seguito da Upper e Lower Slaughter e Chipping Campden. I giardini più belli da visitare nelle Cotswolds sono quelli di Hidcote Manor, Batsford Arboretum, Cerney Gardens, Painswick Rococo Gardens e Highgrove House (che è anche la residenza del principe Carlo, che ha progettato personalmente la struttura dei giardini).

Lower Slaughter Gran Bretagna

Lower Slaughter (Foto VisitBritain)

Da James Bond a Harry Potter: le location cinematografiche

Siete appassionati di cinema e serie televisive? In Gran Bretagna si trovano alcune delle location dei film più amati degli ultimi anni. Prendete ad esempio Blenheim Palace a Woodstock. Se arrivandoci vi sembra di averla già vista, sappiate che è apparsa come Palazzo Cadenza di Roma nel film Spectre, con Daniel Craig come agente 007. Se invece andate pazzi per Harry Potter, la meta per voi è la Scozia: a Fort William si sale sul The Jacobite, niente meno che l’Hogwarts Express della serie dedicata al piccolo mago. Questo meraviglioso treno panoramico attraversa le Highlands, passando per il viadotto di Glenfinnan, presente nella scena in cui Harry e Ron volano con l’auto magica.

Se amate Downtown Abbey, vi troverete a vostro agio all’Highclere Castle, dove la serie è stata girata. (E’ persino possibile affittare un cottage per soggiornare nella tenuta).

Blenheim Palace, Gran Bretagna

Blenheim Palace (Foto VisitBritain)

La Scozia e il Galles

Se siete interessati alle antiche tradizioni britanniche e ai paesaggi autentici e incontaminati, esplorate la Scozia e il Galles. Dalle meravigliose Highlands, lande sconfinate di brughiere e laghi isolati, fino agli antichi castelli. Uno dei più celebri e fotografati è l’Eilan Donan di Fort William, location di molti film (ve lo ricordate Highlander?). L’isola di Skye, la più grande delle Ebridi interne, è collegata alla terraferma mediante lo Sky Bridge, già di per sé un’attrazione unica. Il National Geographic, a buon diritto, ha inserito l’isola nell’elenco delle più belle al mondo, grazie ai suoi paesaggi verdi e al suo mare ricco di fiordi e insenature. Nelle Ebridi esterne, invece, l’attrazione è l’isola di Lewis, dove, sulla spiaggia di Eoropie, in inverno si riesce a vedere l’aurora boreale.

E che dire del Galles? In questa regione si trovano alcune delle rovine più interessanti della Gran Bretagna, tra cui Tintern Abbey, un’abbazia depredata nel XVI secolo da Enrico VII, che oggi si staglia (senza tetto) in tutta la sua magnifica bellezza nella Wye Valley. Il Galles è anche terra di meravigliosi parchi nazionali, quali il Parco nazionale di Brecon Beacons, dove si ammirano benissimo le stelle, e quello di Snwodonia, dove è possibile salire sullo Snowdon, la montagna più alta di Galles e Inghilterra.

The Quairaig, Isola di Skye Gran Bretagna

The Quairaig, Isola di Skye (Foto VisitBritain)

E per finire, chi l’ha detto che in Gran Bretagna si mangia male?

Eh sì, perché #OMGD e Visit Britain consigliano anche che cosa mangiare durante una vacanza in Gran Bretagna (e soprattutto come farlo). Dal fish&chips che va assaporato in riva al mare, all’afternoon tea, una vera e propria tradizione londinese, molto più che un semplice tè, è praticamente un pasto, arricchito da pasticcini e torte dai colori più vari. E infine, da provare assolutamente per vivere la Gran Bretagna come una persona del posto sono i tanti pub, tradizionale luogo di ritrovo per scrittori quali Charles Dickens, Mark Twain e Arthur Conan Doyle. Non esiste poi modo migliore per iniziare una giornata di esplorazione con una sostanziosa English breakfast, che tradizione vuole veda protagonista la salsiccia, accompagnata da pancetta, uova, funghi, fagioli e pomodori fritti.


- Advertisement -


Grazie per aver letto questo articolo!

Se ti è piaciuto condividilo utilizzando i tasti di condivisione social e iscriviti alla nostra Newsletter settimanale per rimanere sempre aggiornato. Potrai cancellarti in qualsiasi momento.

campanella

 Sharing is Caring! 😉

 

About Author

Copywriter e giornalista iscritta all'albo, classe 1988, scrivo per vocazione. Tre lingue parlate, leggo fin troppi libri per essere bionda. Segno zodiacale: cancro. Fiore preferito: l’orchidea. Consumatrice di rossetti. Cioccolato fondente almeno una volta al giorno. Mai imparato a fischiare. Nella mia mente sono sempre in viaggio. Se fossi un paese sarei l'Australia, l'avventura dei miei 16 anni. I grattacieli moderni, il cuore selvatico delle foreste, i colori chiari dell'outback. A vent’anni scopro l'America, in viaggio tra California e Nevada. Mi innamoro dei colori di Barcellona e dei cieli gelidi di Berlino. Mi sento più sicura se indosso qualcosa di nero. Alla primavera preferisco l'autunno, ma la mia stagione è l'estate. Ero una di quei bambini che parlano con l'amico immaginario. Mal sopporto la neve, il rosa e la marmellata di mirtilli. Sono per i cani piuttosto che i gatti, il mare più che la montagna. Mi arrabbio con moderazione. Mi sgrido tanto. Mi perdono spesso. E sogno di vedere l'Africa.

Leave A Reply