PUBBLICITÀ

 

La moglie di George Clooney è stata la protagonista della cover del celebre magazine e ha tutto da insegnarci in fatto di stile

Amal Clooney, al secolo Alamuddin, è tornata a far parlare di se grazie alla recente copertina scattata per l’ultimo numero del mese di Maggio di Vogue  America. Infatti non la si vedeva da un anno circa, da quando nel Giugno 2017 sono nati i due gemelli avuti da George Clooney.

Ma Amal oltre ad essere moglie e madre, è prima di tutto una vera professionista, una donna in carriera. Libanese, Amal è una famosissima avvocatessa penalista, impegnata con facoltosi clienti e numerosissime cause umanitarie. In più Amal è diventata un’icona di stile perché sfoggia sempre look impeccabili, perfetti. 

Possiamo dire con certezza che il suo stile ci ricorda quello di una First Lady, raffinata, chic ma senza mai esagerare Amal è diventata una vera e propria icona per il mondo della moda. Incarna perfettamente l’ideale della perfetta business woman: tacco 10, valigetta o borsa tote, occhiale da sole oversize e tailleur. Assolutamente stupenda!

È splendida qualunque cosa indossi: sia quando sceglie abiti da sogno che indossa nei red carpet, quando preferisce capi comodi e pratici come dei pantaloni maschili con cui risulta comunque sempre elegante, abbinati ovviamente a vertiginose décolletée che quando opta per abiti alla moda con cui inevitabilmente fa tendenza.

In questa cover Amal indossa un meraviglioso abito ricoperto di frange rosa shocking firmato Alexander McQueen ed autrice di questo scatto è la talentuosissima Annie Leibovitz. Accanto allo scatto, segue: “ Avvocato, attivista, madre di due gemelli e sostenitrice della libertà di parola ”.

In fondo vorremmo essere un pò tutte Amal!


 

Grazie per aver letto questo articolo!

Se ti è piaciuto condividilo utilizzando i tasti di condivisione social e iscriviti alla nostra Newsletter settimanale per rimanere sempre aggiornato. Potrai cancellarti in qualsiasi momento.

campanella

 Sharing is Caring! 😉

 

About Author

“Il peccato capitale non è essere vestito male, è indossare la cosa giusta nel posto sbagliato.". Lo ha detto Edith Head, celebre costumista americana con più Oscar in tasca di chiunque altro e sono fermamente convinta che abbia ragione, credo che questo dovrebbe diventare un po' il mantra della vita…almeno lo è della mia. Sara, 24 anni, ex studentessa per ora, parlo tre lingue, faccio di tutto e di più perché non posso stare ferma e la mia passione più grande è da sempre la MODA e tutto ciò che la riguarda. Amo i viaggi, un tramonto sul mare, i posti da scoprire, il sole, cantare a squarciagola in macchina, la buona cucina di mia nonna. Amo l’amore. Amo scrivere, a volte non riesco a smettere. Cinepatica, datemi un titolo e vi dirò chi siete. Anima wanderlust. Perfezionista, spendacciona, romantica e innamorata del mio John Smith. Attenta osservatrice, i dettagli fanno la differenza. Sempre pronta sulle nuove tendenze. Credo che lo shopping sia la miglior terapia al mondo. Collezionista compulsiva di scarpe e occhiali da sole. Non esco mai senza i miei cat-eye neri. Non so ancora chi diventerò nella mia vita ma so solo che qualunque cosa farò ci metterò sempre dedizione e tanta tanta PASSIONE.