PUBBLICITÀ

 

Milano “apre le porte” alla 25esima edizione di Cortili Aperti.

Nella tradizione milanese, i cortili rappresentavano quei luoghi tra il pubblico e il privato che i nobili aprivano alla città durante il giorno. Le cartografie storiche, soprattutto quelle ottocentesche, riportano i cortili delle dimore nobiliari (al pari degli edifici governativi e religiosi) come spazi urbani, luoghi intimi frequentati da artisti, letterati e gente comune. Come ogni anno, questi tesori spesso di proprietà privata e di grandissimo pregio storico ed architettonico, tornano a disposizione della città con l’iniziativa “Cortili Aperti“, ormai giunta alla sua 25esima edizione. Domenica 27 maggio 2018, dalle 10 alle 18, i visitatori avranno accesso gratuito ai giardini urbani in zona Corso Venezia con l’assistenza dei volontari del Gruppo Giovani Lombardia ADSI (Associazione Dimore Storiche Italiane) ​

Patrocinata dalla Regione Lombardia e dal Comune di Milano, è uno degli eventi primaverili più amati e suggestivi che il capoluogo meneghino possa regalare. L’organizzazione, curata dall’Associazione Culturale Città Nascosta Milano, permetterà agli allievi della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado di esibirsi per tutta la giornata nel Cortile di Palazzo Cicogna, accompagnando i visitatori con concerti di Mozart, Beethoven, Shostakovich, Bach e tanti altri. In collaborazione con il CMAE (Club Milanese Automotoveicoli d’Epoca) si potranno ammirare auto d’epoca in mostra nei cortili di alcune dimore. A fronte di una piccola donazione sarà possibile ottenere una Guida illustrativa ai Cortili visitabili ed il ricavato verrà devoluto al restauro di un’opera d’arte di pubblica fruibilità.

cortili aperti milano 2018

Casa Fontana Silvestri, cortile centrale – Ph. Credits www.cittanascostamilano.it

L’accesso ai cortili sarà sempre gratuito. La quota di partecipazione alle visite guidate è di 20 euro a persona (gratuite per i minorenni), ma a differenza degli anni scorsi non è possibile prenotare anticipatamente i posti. I tour, con la durata di circa due ore, partiranno dall’Infopoint di Casa Fontana Silvestri (Corso Venezia, 10) e avranno inizio ai seguenti orari:
Mattina: 10:30 / 10:50 / 11:00 / 11:20 /11:50 / 12:20 / 12:40
Pomeriggio: 14:00 / 14:30 / 14:45 (in lingua inglese) / 15:00 / 15:30 / 15:50 / 16:10

Si potranno visitare i cortili di:
Casa Fontana Silvestri (INFOPOINT) – Corso Venezia, 10
Palazzo Castiglioni – Corso Venezia, 47/49
Palazzo Bovara – Corso Venezia, 51
Palazzo Rocca Saporiti – Corso Venezia, 40
Palazzo del Senato – Sede dell’Archivio di Stato di Milano – Via Senato, 10
Palazzo Crespi – Corso Venezia, 20
Palazzo Cicogna – Corso Monforte, 23
Villa Necchi Campiglio – Via Mozart, 14
Villa Reale – Via Palestro, 16
Palazzo Rubini Redaelli – Via Serbelloni, 7


 

Grazie per aver letto questo articolo!

Se ti è piaciuto condividilo utilizzando i tasti di condivisione social e iscriviti alla nostra Newsletter settimanale per rimanere sempre aggiornato. Potrai cancellarti in qualsiasi momento.

campanella

 Sharing is Caring! 😉

 

About Author

Conosciuto come Gillo, nasce in Brianza nel 1988 ed è co-fondatore di Glamour Affair. Ha molte passioni, ma quella innata per la progettazione e il design lo ha portato a conseguire nel 2014, presso il Politecnico di Milano, la Laurea Magistrale in Architettura delle Costruzioni con il massimo dei voti. Iscritto all'Ordine professionale dal 2016, ha esercitato la professione di architetto e fotografo come libero professionista, lavorando oggi nella comunicazione e nella fotografia con la Società Quadrifolium Group S.r.l. che ha fondato con il fratello Stefano. Il mondo dell’arte e della creazione (non della creatività, quella la lasciamo ai grandi Maestri), lo ha aiutato ad essere un gran osservatore ed a sviluppare un attento occhio critico. Un carattere risoluto lo porta spesso ad odiare le mezze misure, ma ciò non gli impedisce di essere sempre disponibile verso tutti ed ascoltare le persone. Si ritiene tradizionalista (alcuni, per disprezzo, direbbero conservatore), ma senza timore del progresso, e crede che solo l’impegno e la costanza possano portare al raggiungimento dei propri obiettivi. Cerca sempre di dare molto valore al tempo perché, essendo di natura uguale per tutti, è il più grande strumento di democrazia.