George Michael ci lascia nel giorno di Natale.

Ormai è chiaro che il 2016 verrà ricordato come uno degli anni più tristi per la storia della musica. Dopo David Bowie e Prince nel giorno di Natale si è spendo George Michael, un artista che ha scritto la storia della musica pop tra gli anni ’80 e ’90. Quasi fatalmente nel periodo dell’anno in cui ovunque si può ascoltare una delle più celebri canzoni di Natale contemporanee, Last Christmas, ultimo brano di successo del cantante prima dello scioglimento dagli Wham!.
Sono in molti a sostenere che dietro alla morte di Georgios Kyriacos Panayiotou, in arte George Michael, ci sarebbe l’abuso di eroina con conseguente arresto cardiaco. Negli ultimi mesi appariva infatti visibilmente cambiato: era gonfio, portava gli occhiali ed era ormai irriconoscibile. A ritrovarlo senza vita, nella sua abitazione di Oxfordshire alle porte di Londra, è stato il suo compagno, Fadi Fawaz, noto parrucchiere di molte celebrità.

Un giovane George Michael durante un concerto.

Chi erediterà il suo patrimonio.

Nonostante le generose donazioni, figlie della grande filantropia di George Michael, il cantante poteva contare su un patrimonio di oltre 100 milioni si sterline. Parte della somma secondo alcune voci, dovrebbe essere destinata ai figli dei suoi amici più cari. Tra gli eredi dovrebbero esserci anche Bluebell figlia di Geri Halliwell, figlioccia dell’ex compagno del cantante Kenny Goss, le due sorelle maggiori della popstar, Melania e Yioda, il compagno Fadi Fawez infine i due figli del cugino.
Secondo le cronache, la star degli Wham! aveva guadagnato circa la metà del suo tesoro solo tra il 2006 e il 2008 col faraonico “25 Live Tour“. Un patrimonio ancora intatto, o quasi, che era valso l’anno scorso l’inserimento della popstar nella lista degli uomini più ricchi del Regno Unito stilata dal Sunday Times.

I rumors sui funerali.

Nel frattempo già emergono le prime indiscrezioni sui funerali. Le intenzioni sarebbero infatti quelle di organizzare due cerimonie, una privata e l’altra pubblica, visto il clamore suscitato dalla sua scomparsa e l’affetto dimostrato da parte dei fan. Alla cerimonia dovrebbe esibirsi Elton John, collega ed amico della star, cantando il brano “Don’t Let The Sun Go Down On Me”, inciso live in duetto insieme a George Michael.
“Elton canterà come ha fatto per il funerale di Diana… come un addio definitivo…” Così afferma il manager di George Michael dopo la sua scomparsa. Ancora non è stato ufficializzata alcuna data o dettaglio sulla cerimonia che vedrà il mondo intero salutare uno degli artisti più amati del panorama musicale internazionale.

Copertina del 45 giri del singolo “Last Christmas”, 1985.

Possiamo quindi salutare una grande star intonando uno dei suoi brani più celebri, dedicato alla festività più attesa dell’anno che purtroppo, oggi,  riecheggia della notizia della sua morte: LAST CHRISTMAS.


Grazie per aver letto questo articolo!

Se ti è piaciuto condividilo utilizzando i tasti di condivisione social e iscriviti alla nostra Newsletter settimanale o attiva le notifiche push per rimanere sempre aggiornato. Potrai cancellarti in qualsiasi momento.

campanella

 Sharing is Caring! 😉

     

About Author

Da quando ero bambino mi chiamano Gillo, ma il mio nome è Alessio, annata 1988 (come i migliori champagne!). Nato in Brianza, cerco in ogni modo di manifestare il mio 50% pugliese, soprattutto nel mangiare! Sono una persona risoluta e spesso odio le mezze misure, ma ciò non mi impedisce di essere sempre disponibile verso tutti e di trarre soddisfazione da questo. Ho molte passioni, ma quella innata per la progettazione, mestiere di famiglia, mi ha portato a conseguire nel 2014 la Laurea Magistrale in architettura ed esercitare la professione di architetto e fotografo. Il mondo dell’arte e della creazione in genere mi ha portato ad essere un gran osservatore e sviluppare un forte occhio critico, anche se a volte lo sono un po’ troppo in verità! Cerco di compensare questo lato noioso con una grande voglia di far festa con gli amici! Al divertimento alterno, come giusto che sia, serietà e puntualità sul lavoro. Credo soprattutto che al primo impatto bisogna sempre dare il meglio di sé. Perché ad una persona bastano dieci secondi per giudicarti. Ma, alla fine, non si può essere sempre e solo seri!

  • Marialisa

    mi dispiace molto, adoro le sue canzoni.