Post realizzato in collaborazione

San Valentino è alle porte e, se non sapete proprio cosa fare, noi vi daremo i consigli per un San Valentino da favola!
A San Valentino si celebra l’amore e come trascorrerlo al meglio celebrando proprio l’amore?
Ecco come stupire il vostro uomo: pensate a tutto, dalla A alla Z, dal menù della serata, alla tavola, a voi! Già, perché non facciamo tanto i perbenisti, dopo una cena afrodisiaca la serata non può non concludersi a letto.

A San Valentino prendilo per la gola.

Un menù scelto ad hoc, semplice ma di effetto, che ruberà di certo il cuore del vostro partner, ma prima ancora di metterci ai fornelli, da non tralasciare è la preparazione della tavola. Ecco alcune idee: il rosso dovrà essere il  colore per eccellenza;non dimenticate tovaglioli, fiori e segnaposti. Create un’atmosfera romantica, coinvolgente e che faccia sognare, quindi non trascurate le candele, indispensabili per fare ambient: che siano galleggianti o sostenute da candelabri, ma devono assolutamente esserci! Se potete sceglietele rosse, cercate di abbinarle alla tavoglia e ai tovaglioli; ricordatevi che non devono essere profumate.
Ricordatevi dei fiori freschi, meglio se rose rosse, magari con qualche petalo sparso sulla tovaglia.
La cura dei particolari è decisiva quando si vuole creare una bella e calda ambientazione.
Procurarvi anche due sottopiatti, che siano in linea con i piatti che userete: sarebbe carino posizionare le posate nel piatto strette in una nastro di velluto rosso.
Non dimenticate i calici per il vino e il bicchiere basso per l’acqua; se bevete il vino bianco, spumante o champagne, procuratevi una bella glassette con il ghiaccio e un tovagliolo di tessuto.
Particolarmente apprezzati sono i bigliettini scritti a mano, una frase o una dolcezza scritta faranno sicuramente breccia nel cuore del/la vostro/a amato/a.

Veniamo ora al menù, semplice, con alcune pietanze da poter preparare prima e altre al momento: agli uomini piace vedere le proprie donne mentre sono indaffarate in cucina, se poi sono vestite di tutto punto con un bel tacco altro, si fa strike!

Antipasto: CAPPESANTE SCOTTATE E AL BURRO NOCCIOLATO CON MANGO ARROSTITO, MENTA E MANDORLE (un piatto esotico e delicato, ideale per l’apertura di una cena romantica).

INGREDIENTI (per 2 persone)

  • 6 capesante
  • 30 gr di mandorle a lamelle
  • 1 mango maturo
  • 30 gr burro
  • pepe rosa qb
  • menta fresca

PROCEDIMENTO

Staccate delicatamente le cappesante dalla conchiglia servendovi di un coltellino ed eliminate il corallo tenendo la noce e lasciatele marinare in un filo d’olio, il succo di mezzo lime e il pepe per 20 minuti.
Nel frattempo tagliate il mango a fette di 1 cm e da queste ricavate dei dischi da 2 cm di diametro con un coppapasta rotondo; disponete i dischi su una teglia foderata di carta forno e arrostiteli in forno preriscaldato a 160° per 6-7 minuti e una volta pronti lasciateli in forno spento con lo sportello spalancato.
Ora sciogliete il burro in una padella antiaderente a fiamma dolce finché non raggiunga un colorito leggermente ambrato, quindi scolate le cappesante dalla marinata e scottatele in padella 2 minuti per lato.
In un’altra padella tostate le mandorle tagliate a lamelle per un paio di minuti, quindi ricoprite con queste ultime i dischi di mango ed una volta pronte anche le cappesante, procedete con la composizione del piatto come segue.
Posizionate in una fila al centro di ciascun piatto 3 fette di mango con le mandorle e 3 cappesante, alternandole tra loro (1 mango – 1 cappasanta e cosi via) e completate il tutto con qualche fogliolina di menta fresca ed una grattata di pepe.

Primo piatto: SPAGHETTO CON TONNO FRESCO OLIVE E POMODORINI

INGREDIENTI (per 2 persone)

  • 300 g di tonno rosso fresco
  • 350 g di spaghetti
  • 15 pomodorini
  • 1 spicchio d’aglio
  • Peperoncino q.b
  • Olio extra vergine di oliva q.b
  • Olive nere (una manciata)
  • Sale e pepe q.b
  • Un bicchiere di vino bianco
  • Foglie di menta fresca

PROCEDIMENTO

Mettete in una padella olio, aglio tritato e pomodorini tagliati a metà; rosolare bene. Unite le olive e il peperoncino, regolate di sale e di pepe. Fate andare a fuoco medio per qualche minuto.
Nel mentre tagliate il tonno a cubetti; unite tonno, fate rosolare e sfumate con un bicchiere di vino bianco. Cuocete per 5 minuti.
Lessate la pasta e scolatela al dente, insaporitela nel il sugo in padella.
Insaporite con qualche fogliolina di menta.

Secondo piatto:  SALMONE IN CROSTA DI OLIVE SU INSALATA DI PUNTARELLE AL PESTO DI ALICI

INGREDIENTI (per 2 persone)

  • 2 tranci di salmone
  • 2 fette biscottate
  • 3 cucchiai di olio di extravergine di oliva
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • Sale e pepe
  • Un cucchiaio di olive nere
  • Un cucchiaio di olive verdi
  • Uno spicchio d’aglio
  • Puntarelle q.b
  • Alici q.b
  • Aceto bianco q.b
  • Capperi q.b
  • Pomodorini q.b

PROCEDIMENTO

In un mixer mettete le olive verdi e nere, lo spicchio d’aglio, il prezzemolo, le fette biscottate, un cucchiaio d’olio, sale e pepe. Tritate tutto.
Riscaldate il forno a 180°C. Foderate una teglia da forno.
Sciacquate sotto l’acqua corrente i filetti di salmone, asciugateli con della carta da cucina. Salateli leggermente e adagiateli nella teglia.
Spargete il composto sulla superficie dei filetti di salmone. Premete bene in modo che la copertura risulti piuttosto compatta. Tagliate i pomodorini a metà e spargete il composto anche su di essi. Adagiate anch’essi sulla teglia e infornate insieme al salmone per 10 minuti.
Nel frattempo preparate l’insalatina di puntarelle: lavate e tagliate le puntarelle finemente. In un frullatore ad immersione ponete i filetti di alici, i capperi, un cucchiaio di olio e un cucchiaio di aceto bianco. Riducete tutto in salsina e condite le puntarelle.

Dolce: CHEESECAKE ALLA GIANDUIA RACCHIUSA IN UN GUSCIO DI PASTA FROLLA CON LAMPONI E COCCO

INGREDIENTI (stampo rotondo da 24 cm)

Per la farcitura alla crema di gianduia

  • 100 g di crema gianduia
  • 150 g di ricotta
  • 100 ml di panna da montare
  • 50 g di zucchero a velo

Per la frolla

  • 200 g di farina 00
  • 120 g di burro
  • 66 g di tuorli
  • 80 g di zucchero semolato

Per le decorazioni

  • lamponi freschi
  • scaglie di cocco
  • riccioli di cioccolato bianco
  • gelatina di lamponi

PROCEDIMENTO

Per la frolla miscelate il burro tagliato a tocchetti con la farina fino ad ottenere un composto sabbioso, quindi aggiungete i tuorli e lo zucchero e continuate ad impastare in modo da realizzare un panetto omogeneo e compatto.
Appiattite il panetto con le mani, avvolgetelo nella pellicola trasparente e trasferitelo in frigorifero a riposare per almeno 1 ora.
Una volta che la frolla avrà completato il tempo di riposo, estraetela dal frigorifero, stendetela tra due fogli di carta forno infarinati, fino ad uno spessore di 2 cm. Quindi foderate con la frolla stesa una teglia imburrata da 24 cm di diametro, bucherellatela su base e bordi, coprite l’interno del guscio con la carta forno, riversatevi all’interno dei legumi secchi e cuocetela in forno preriscaldato a 190° per 30/35 minuti.
Mentre la frolla cuoce preparate la farcitura, miscelando la ricotta con la crema di gianduia e lo zucchero a velo. Quindi montate la panna a neve ben ferma ed incorporatela delicatamente al composto di ricotta e gianduia, con una spatola mescolando dal basso verso l’alto con una spatola piatta, in modo da non smontare il composto. Trasferite la farcitura in frigorifero coperta da uno strato di pellicola finché non dovrete utilizzarla.
Quando la frolla sarà cotta lasciatela raffreddare, quindi estraetela dallo stampo, appoggiatela su un vassoio e farcitela con la crema preparata, livellandola accuratamente in superficie. Ricoprite metà della crema con le scaglie di cocco, disponendo qua e là qualche lampone e completate la guarnizione con la gelatina di lamponi, i riccioli di cioccolato bianco e altri lamponi freschi a piacere.

Note: La torta va conservata in frigorifero ed estratta almeno 1 ora e mezza prima di essere consumata.

Per un San Valentino da favola fallo impazzire.

Sappiamo benissimo che l’uomo va preso per la gola, ma anche il suo occhio ha bisogno di essere appagato e “stimolato”.
Dopo i consigli per la cena perfetta delle food blogger Michela e Luisa, ecco i miei su come essere perfette per il vostro lui.
Da non trascurare in primis il profumo. A mio avviso deve essere un profumo avvolgente e inebriante, i miei suggerimenti: Poison di Dior, Black Opium di YSL e Furiosa di Fendi.
Immancabile Il rossetto rosso per labbra tutte da baciare e il mascara per rendere il vostro sguardo più intrigante.
Da non trascurare, anche se non è la prima cosa che noterà, forse dopo si, la biancheria intima: per una volta lasciate nel cassetto i mutandoni alla Bridjet Jones e concentratevi su qualcosa di più sexy, come pizzi, tulle, trasparenze e merletti.
Niente pantaloni, meglio una bella gonna o un vestito e soprattutto niente calze di nessun tipo, tanto meno quelle color carne… non volete farlo scappare ancora prima di cenare, vero?
Siate sexy, ma non volgari, quindi ricordatevi di scoprire o le gambe o il decolté… oppure perché non sorprenderlo con una profonda scollatura sulla schiena?
Infine, ma non un dettaglio da sottovalutare, scarpe con il tacco.
Buon San Valentino a tutti!

Post realizzato in collaborazione

Salva

Salva


 

Grazie per aver letto questo articolo!

Se ti è piaciuto condividilo utilizzando i tasti di condivisione social e iscriviti alla nostra Newsletter settimanale per rimanere sempre aggiornato. Potrai cancellarti in qualsiasi momento.

campanella

 Sharing is Caring! 😉

 

About Author

Classe 1984, calabrese di origine, ma brianzola di adozione. Segni particolari? Sono dei gemelli e questo basta e avanza! Odio: annoiarmi, le persone negative, la tristezza e la cattiveria gratuita. Amo: il mare, il sushi, la pizza, il tiramisù e in generale il buon cibo... e, ahimè, si vede! Amo leggere storie romantiche che mi fanno sognare ad occhi aperti, ballare, cucinare e gli animali, in modo particolari i cani. Sono un’eterna e inguaribile romantica, ho un animo rock, ma impazzisco per il tulle, le gonne midi, soprattutto se sono vaporose e i tacchi alti, anche se per comodità indosso spesso le sneakers. Parlo tanto, anzi tantissimo... parlo anche con i muri. Ah, di conseguenza scrivo anche tanto. Mi sono laureata in Comunicazione di Massa Pubblica e Istituzionale nel 2011; la mia passione per la moda mi ha portato ad aprire un blog nel 2013: The Shade of Fashion, il mio angolo personale sul web. Piena di energia, per me le cose sono o bianche o nere, le mezze misure il più delle volte non esistono. Io sono così, o mi si ama o mi si odia! Il dilemma è: "mi amerete o odierete?".