Il film Disney “La Bella e la Bestia” batte ogni record.

Non importa che non siate genitori, o che magari vi sentite troppo adulti, ma se avete amato il capolavoro Disney del 1991 non potete perdervi la versione cinematografica de “La Bella e La Bestia“, al cinema dal 16 di marzo.
La critica ha praticamente massacrato il film, ancora prima della sua uscita, ma, come spesso succede, la critica si scontra con il giudizio del pubblico, che invece sembra aver apprezzato il film.
Solo dopo qualche giorno (dal 16 al 23 marzo) nei cinema italiani il film “La Bella e La Bestia” ha sbancato il botteghino: nella prima settimana il film è stato visto da 1,5 milioni di spettatori e ha incassato 10 milioni di euro e a livello mondiale, ad oggi, l’incasso è invece oltre i 700 milioni di dollari. Sembrerebbe che, critica a parte, il film stia riscuotendo lo stesso grande successo del cartone animato.

Emma Watson in "La bella e la bestia"

“La Bella e la Bestia”: il film.

La storia è identica a quella del cartone animato, non è stata cambiata una sola virgola: i dialoghi, le musiche, le canzoni, le immagini… è come se ad un tratto i personaggi dei cartoni animati avessero preso vita.
All’inizio forse parte un po’ lento e passare dall’idea di Belle a Emma Watson non è facile: insomma Emma Watson, nonostante sia cresciuta, è per tutti Ermione (Harry Potter) ed è difficile immaginarla in altre vesti.
Bhe… la Bestia, una volta che riprende le sue sembianze umane, per fortuna solo alla fine del film, è decisamente molto meglio nelle sue sembianze da Bestia che nei panni di uno sbarbato e dal viso immaturo come Dan Stevens.
Il cast, di alto livello, vede un irriconoscibile Ewan McGregor nei panni del simpatico e super chiacchierone Lumière, Emma Thompson nei panni della dolcissima Mrs Bric, Cavin Kline nei panni di Maurice, il padre di Belle e infine un super gonfiato Luke Evans, nei panni di un eccentrico e narcisista Gaston.

“La Bella e la Bestia” oltre la storia e la magia.

Cosa si cela dietro ad una delle storie d’amore più romantiche mai raccontata?
L’amore trionfa e vince su tutto, come in tutte le favole Disney, ma cosa c’è oltre l’amore?
Nel La Bella e la Bestia il tema principale è sicuramente quello dell’amore che va oltre ogni carattere estetico, che va contro i pregiudizi e scava nel profondo del cuore, fino a portare alla luce un amore puro.
Poi c’è l’amore del padre per una figlia, che la lascia libera di fare le proprie scelte e sa benissimo che la “diversità” di quella ragazza è invece qualcosa di speciale: è una ragazza autentica, fuori dagli schemi per l’epoca, una ragazza tenace, che non vuole accontentarsi e rinunciare alla sua felicità
Il pregiudizio, quello nei confronti di una “Bestia”, che viene giudicata per il suo aspetto esteriore e per quello che si racconta di lui (prima della trasformazione), senza conoscere i motivi e senza pensare a cosa effettivamente lo abbia portato ad essere così sconsiderato nei confronti della vita e sprezzante nei confronti delle altre persone; la favola ci insegna che, grazie all’amore, si può cambiare e diventare persone migliori.
Per la prima volta la Disney affronta un tema molto “caldo” come quello dell’omosessualità, con la figura di Le Tont interpretato dall’attore Josh Gad.
Quello che ormai è stato definito dalla stampa come il “momento gay” del film ha suscitato non poche polemiche: in Malesia è stato richiesto di tagliare la scena nella quale Le Tont bacia Gaston, in Russia è stato vietato il film ai minori di 16 anni e in un cinema dell’Alabama è stata bloccata la proiezione. All’interno del film, inoltre, sul finale c’è anche un uomo che, durante l’assalto al castello, viene “infiocchettato” ben bene da Miss Guardaroba e lui, guardandosi allo specchio, si compiace dei suoi abiti femminili.
La Bella e La Bestia, più di qualsiasi altra favola, ci insegna che non bisogna fermarsi alle apparenze.


- Advertisement -


Grazie per aver letto questo articolo!

Se ti è piaciuto condividilo utilizzando i tasti di condivisione social e iscriviti alla nostra Newsletter settimanale per rimanere sempre aggiornato. Potrai cancellarti in qualsiasi momento.

campanella

 Sharing is Caring! 😉

 

About Author

Classe 1984, calabrese di origine, ma brianzola di adozione. Segni particolari? Sono dei gemelli e questo basta e avanza! Odio: annoiarmi, le persone negative, la tristezza e la cattiveria gratuita. Amo: il mare, il sushi, la pizza, il tiramisù e in generale il buon cibo... e, ahimè, si vede! Amo leggere storie romantiche che mi fanno sognare ad occhi aperti, ballare, cucinare e gli animali, in modo particolari i cani. Sono un’eterna e inguaribile romantica, ho un animo rock, ma impazzisco per il tulle, le gonne midi, soprattutto se sono vaporose e i tacchi alti, anche se per comodità indosso spesso le sneakers. Parlo tanto, anzi tantissimo... parlo anche con i muri. Ah, di conseguenza scrivo anche tanto. Mi sono laureata in Comunicazione di Massa Pubblica e Istituzionale nel 2011; la mia passione per la moda mi ha portato ad aprire un blog nel 2013: The Shade of Fashion, il mio angolo personale sul web. Piena di energia, per me le cose sono o bianche o nere, le mezze misure il più delle volte non esistono. Io sono così, o mi si ama o mi si odia! Il dilemma è: "mi amerete o odierete?".

1 commento

  1. Pingback: I CASTELLI PIU' BELLI PER UNA VACANZA DA RE - GLAMOUR AFFAIR

Leave A Reply