PUBBLICITÀ

 

Involtini di sfoglia di riso al pesce spada affumicato, alghe nori e mango con crema di avocado e menta.

1b

Una ricetta creativa a base di pesce, frutta e verdura che strizza l’occhio alla cucina asiatica. Vi basterà seguire passo passo il procedimento sotto descritto e procurarvi delle bacchette di legno ed una brocchetta ricolma di salsa di soia, per portare sulle vostre tavole un pò di Oriente.

Ingredienti per 4 persone:

  • 8 cialde di riso
  • 1 mango maturo
  • 50 g di alghe nori fresche sotto sale
  • 50 g di pesce spada affumicato a fette
  • 1 avocado hass molto maturo
  • 5-6 foglioline di menta fresca
  • acqua
  • olio evo

3

Procedimento

Adagiate le cialde di riso su un foglio di carta forno, ben distanziate tra loro, spennellatele con abbondante acqua e lasciatele così ad ammorbidire per 5 minuti.

Pelate il mango e tagliate la polpa a fettine, posizionandone quattro sull’estremità superiore di ciascuna cialda di riso.

Sciacquate le alghe sotto l’acqua corrente per eliminare il sale di conservazione e, dopo averle tamponate con della carta da cucina, sminuzzatele ed aggiungetele alle farcitura delle cialde. Vi consiglio di utilizzare solo un paio di foglie per involtino, in modo da bilanciare il sapore deciso delle alghe con quello degli altri ingredienti.

Tagliate in tanti piccoli quadratini le fette di spada affumicato e incorporate anch’esse al resto della farcitura.

Da ultimo preparate la crema di avocado e menta tritando nel mixer i due ingredienti fino a raggiungere una consistenza omogenea.

Dopo aver farcito le cialde di riso anche con la crema di avocado e menta, arrotolatele su loro stesse, così da formare degli involtini stretti e lunghi, ripiegandoli alle estremità per siggilarli.

Riponete gli involtini così ottenuti su una teglia foderata di carta forno, spennellateli con un filo di olio e cuoceteli in forno preriscaldato a 180° per 10 minuti, giusto il tempo necessario per rendere la cialda leggermente dorata e croccante.

Sfornate gli involtini e serviteli ancora caldi su un vassoio da portata (magari in stile orientale), accompagnandoli alla classica salsa di soia o in alternativa ad un’emulsione, composta da un paio di cucchiai di glassa all’aceto balsamico ed una punta di senape di dijon dal sapore delicato.

Se lo desiderate potete guarnite il piatto con qualche alga intera a crudo (dissalata) e dei petali edibili come in foto.

2b


 

Grazie per aver letto questo articolo!

Se ti è piaciuto condividilo utilizzando i tasti di condivisione social e iscriviti alla nostra Newsletter settimanale per rimanere sempre aggiornato. Potrai cancellarti in qualsiasi momento.

campanella

 Sharing is Caring! 😉

 

About Author

Classe 1979, milanese, laureata in giurisprudenza, dopo una breve carriera come avvocato ho deciso di dedicarmi a tempo pieno ai miei due figli maschi. Mai avrei pensato che grazie alla maternità avrei scoperto la mia più grande passione. Stando ai fornelli a poco a poco ho infatti compreso che la cucina era la strada giusta da percorrere. Così mi sono reinventata impegnandomi con tutte le mie energie per affinare la mia "arte" culinaria. All'inizio mi limitavo ad una mera esecuzione delle ricette ma grazie a un po' di pratica e a qualche critica costruttiva, ho imparato a personalizzare i piatti secondo il mio gusto e le mie intuizioni. Un anno e mezzo fa ho deciso di dare sempre più forma e spazio alla mia passione creando un blog di ricette che rappresentano la sintesi di ciò che desidero esprimere attraverso la mia cucina: l’inventiva, la ricerca di equilibri tra sapori e consistenze diversificati e la cura della presentazione, fondamentale per far si che un piatto appetitoso sia appetibile anche al solo sguardo.