Il lavoro si sà, nobilità lo spirito ma spesso e volentieri è anche fonte di stress e problematiche varie in grado di influenzare negativamente la nostra vita privata. Ma come poter vivere serenamente in un ambiente lavorativo? Come convivere con colleghi e superiori in modo da tornare a casa con il sorriso? Il galateo e le buone maniere ci insegnano questo. Mantenendo alta la nostra educazione e il rispetto verso il prossimo andare al lavoro diventerà un piacere.

Galateo e buone maniere: le regole per vivere serenamente al lavoro

Puntualità

La puntualità è il primo punto fondamentale da rispettare sempre sul lavoro. Il vostro ritardo può compromettere l’organizzazione della giornata, rallentare la produttività e mancare estremamente di rispetto verso i vostri colleghi. Arrivare con un minimo 5 minuti di anticipo è sempre la cosa migliore.

Salutare sempre

Mai arrivare o andarsene senza aver salutato colleghi e superiori. E’ alla base di una buona e serena convivenza oltre che educazione. Stessa cosa verso fornitori e persone esterne all’azienda con cui entrate in contatto durante la giornata lavorativa.

Abbigliamento consono

Al lavoro il decoro non è assolutamente da sottovalutare o ignorare. In base alla carica che rivestite indossate capi che siano adatti e vi rispecchino professionalmente. Non è consigliabile una tenuta trasandata ma neanche una troppo osé.

Bussare

Bussare sempre prima di entrare in un qualsiasi ufficio a porta chiusa o socchiusa. Si, anche in quello del collega che vi sta aspettando. Attendere una risposta dopodiché entrare accompagnando la porta senza sbatterla.

Postazione di lavoro ben organizzata e ordinata

La postazione di lavoro parla di noi e dice chi siamo. So che è più facile metterla in disordine, ma bisogna cercare di mantenerla ordinata. Non riempitela di cianfrusaglie, post-it attaccati ovunque e residui di cibo della settimana scorsa. Non fa lavorare bene voi e sicuramente, lavorativamente parlando, vi rispecchia meno di quanto pensiate giocando a vostro sfavore.

Vita privata fuori dall’ambiente lavorativo

La vita privata deve rimanere fuori dall’ambiente lavorativo. Niente telefonate continue di asili, baby sitter, mariti o parenti con annesse problematiche. Vi distraggono, non vi fanno produrre, non interessano ai vostri colleghi e soprattutto non siete pagati per risolverli in quel preciso momento. Salvo disgrazie inattese dategli spazio durante le pause.

Pausa caffè e pausa pranzo

La pausa caffè deve essere breve e non ad ogni ora. Concedetevela con moderazione e soprattutto quando ne avete bisogno per ricaricare le batterie. La pausa pranzo invece è bene sfruttarla fuori dall’ambiente lavorativo in modo da distrarsi e magari prendere nuovi spunti o idee da una location diversa da quella che vediamo per 8 ore. In sostanza è sconsigliabile pranzare alla scrivania o nel nostro ufficio. Durante le pause niente pettegolezzi su colleghi e capi. Pensate siano divertenti ma ricordatevi che tornano sempre indietro e sul lavoro non è un bene.

Riunioni e apputamenti

Le riunioni e gli appuntamenti vari vanno organizzati almeno un giorno prima. Non è detto tutti siano disponibili e presenti se vengono indette con un’ora di anticipo. Salvo quelle di emergenza è bene lasciare il tempo a tutti, colleghi e superiori di potersi organizzare per tempo.

Ferie

Tutti vorremmo le ferie quando decidiamo noi ma per un sereno ambiente lavorativo in team sarebbe bene dare la precedenza a chi ha una gestione familiare più amplia della nostra. Ve ne saranno riconoscenti.

Il Badge

Il badge non si presta, non si scambia, non si fa timbrare da altri. Questo credo sia piuttosto chiaro in quanto è riconosciuto come truffa bella e buona con pena licenziamento in tronco.

La segretaria

La segretaria non è una serva. Purtroppo non è ancora molto chiaro. Oggigiorno gli vengono affidati incarichi assurdi e fuori dalle sue mansioni. Rispettate i ruoli altrui e verrete rispettati anche voi.

Litigi tra colleghi

Quando si è in tanti è impossibile andare d’accordo con tutti ma sull’ambiente di lavoro giocare con diplomazia in queste situazioni è fondamentale. Smorzate ogni attrito e se necessario prendetevi colpe non vostre purché mettano fine agli screzi. Come diceva un detto, in questi casi “la ragione si da ai fessi”.

Social network

Durante l’orario di lavoro i social network dovrebbero essere totalmente dimenticati. Non si twitta, non si instagramma, non si posta e non si mette like da nessuna parte tranne nei momenti di pausa se proprio fosse necessario. Ricordatevi che gli orari di pubblicazione sono ben visibili su ogni social e il commento che non state facendo niente in orario lavorativo è garantito oltre ad essere vergognoso e irrispettoso nei confronti di chi ha investito e sta investendo su di voi.

Superiori

Per quanto riguarda il comportamento dei superiori, questi dovrebbero essere in grado per primi di mantenere un clima sereno all’interno del loro ambiente lavorativo. Essere sempre gentili e disponibili verso i dipendenti pur mantenendo la loro autorità. Ricordarsi che un tempo erano loro al posto dei dipendenti a volte non gli farebbe male.
I dipendenti invece dovrebbero ricordarsi che ai superiori bisogna portare soluzioni e mai problemi. Cominciate a ragionare così e la promozione sarà dietro l’angolo.

E adesso, buon lavoro a tutti!

Galateo e buone maniere al lavoro.

Come comportarsi al lavoro per tornare a casa con il sorriso.

Come rendere positivo l'ambiente di lavoro.


Grazie per aver letto questo articolo!

Se ti è piaciuto condividilo utilizzando i tasti di condivisione social e iscriviti alla nostra Newsletter settimanale per rimanere sempre aggiornato. Potrai cancellarti in qualsiasi momento.

campanella

 Sharing is Caring! 😉

   

About Author

Nome di battesimo Luna Andrea Camisa, classe ’82, milanese purosangue e toscana di adozione. Moglie e mamma a tempo pieno e blogger a tempo perso. Altamente asociale e tremendamante socievole ascolto tutti ma parlo con pochi. Responsabile di quello che scrivo ma non di quello che la gente vuole capirci mi diletto di argomenti come moda, buone maniere, tecnologia e nerditudine in genere. Nel mio sangue scorre caffè, amo i tulipani bianchi, i dandelion, Sailor Moon, sono Apple dipendente e il mio amante segreto è Batman. Non mi prendo mai troppo sul serio e uso semplicemente leggerezza ed ironia per regalare sorrisi in un mondo che troppo spesso li spegne. Sostanzialmente non ho molto da offrire caratterialmente parlando. Un po’ d’irritabilità, permalosità quanta ne vuoi, gelosia più del dovuto, un pizzico di paranoia, immensa fragilità e tanto amore. Dei più veri. Qualcos’altro su di me? Bè, non credere a quello che ti dicono… In realtà sono molto peggio. ;) ... Ora sta a te, prendere o lasciare.